Giovani pusher ottengono la messa alla prova

Arrestati con un etto di hascisc dalla polizia. Svolgeranno lavori socialmente utili

(Repertorio)

Hanno ottenuto la messa alla prova (una misura alternativa al carcere, in genere un lavoro socialmente utile) due ragazzi piacentini, poco più che ventenni, arrestati in città dalla polizia una settimana fa e trovati in possesso di un etto di hascisc. Il giudice Gianandrea Bussi, pm Monica Bubba, ha accolto le richieste degli avvocati difensori di considerare la modica quantità (il principio attivo del “fumo” era basso).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si è così concluso il processo con rito direttissimo nei confronti di un ragazzo, difeso dall’avvocato Andrea Sagner, e di una giovane, assistita da Mauro Pontini. La polizia aveva arrestato un terzo uomo, per il quale la posizione è stata stralciata e subirà un processo a parte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento