menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni La Porta

Giovanni La Porta

Il maggiore Giovanni La Porta in pensione, Piacenza una seconda "patria"

E' arrivato a Piacenza a 17 anni e da allora non ha più lasciato questa città, che è diventata la sua seconda "patria" dopo la natia Sicilia. Giovanni La Porta, maggiore dell'Esercito, andrà in pensione o meglio verrà collocato nella riserva alla fine dell’anno

E' arrivato a Piacenza a 17 anni e da allora non ha più lasciato questa città, che è diventata la sua seconda "patria" dopo la natia Sicilia. Giovanni La Porta, maggiore dell'Esercito, andrà in pensione o meglio verrà collocato nella riserva alla fine dell’anno.

Militare dell'Arma del Genio - il primo incarico come sergente lo ebbe proprio al 2° Pontieri, dopo la scuola sottufficiali - nel 1996 vinse un concorso per ufficiali del Ruolo tecnico-amministrativo e venne trasferito all'ex Staveco e, alla chiusura nel '98, passò al Polo di mantenimento pesante nord, sempre nel medesimo ruolo. Ma tanti piacentini lo conoscono soprattutto per l'incarico di direttore di cerimonia durante gli eventi istituzionali (IV novembre, 2 giugno e altri) a carattere militare che si svolgono in città.

La Porta ha assistito alle profonde ristrutturazioni delle Forze Armate che l'hanno resa più snella e rispondente alle esigenze moderne. Ha visto la fine del servizio di leva e l'inizio dell'Esercito composto di professionisti. Ma ha anche visto la nostra città - da sempre presidio militare di primaria importanza, a partire dal castrum romano - perdere caserme, reparti, comandi a causa di questa riorganizzazione. La Porta ha vissuto la rivisitazione dell'Organizzazione Logistica: il Polo, infatti, garantisce il mantenimento in efficienza dei sistemi d'arma - soprattutto veicoli da combattimento - in dotazione all'Esercito impiegati sia in Patria sia nei teatri operativi fuori area. E' stato poi testimone, proprio durante le cerimonie in Comune, della cittadinanza conferita sia al Genio Pontieri sia al Polo di mantenimento per i loro 100 anni dalla costituzione.

Sempre orgoglioso di essere appartenuto ai sottufficiali, categoria da cui proviene, il maggiore La Porta attualmente è in forza al Polo con gli incarichi di Capo sezione segreteria e sicurezza, ufficiale di Controllo, ufficiale alla Sicurezza fisica e Coordinatore delle Attività presidiarie. E proprio al Circolo Unificato di Presidio, Palazzo Morando, La Porta terrà il proprio saluto di commiato alla presenza degli invitati: autorità, amici, colleghi e familiari. La Porta concluderà la carriera come l'ha iniziata: mercoledì 16 dicembre, sarà nell'Ufficio del comandante del 2° Reggimento Genio Pontieri per il saluto alla Bandiera di Guerra così come avvenuto 40 anni prima all'arrivo a Piacenza (22 ottobre 1975).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento