Tangenti alla Lega: indagato il piacentino Orsi, ad di Finmeccanica

L'ipotesi di reato, a quanto si è appreso, è di corruzione internazionale e riciclaggio. Fonti giudiziarie sottolineano che l'iscrizione di Orsi è un atto dovuto in seguito alle dichiarazioni rese ai pm dall'ex dirigente delle relazioni esterne della holding Lorenzo Borgogni

Giuseppe Orsi, ad di Finmeccanica

Il presidente e ad di Finmeccanica, il piacentino Giuseppe Orsi, è stato iscritto nel registro degli indagati della procura di Napoli nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti alla Lega. L'ipotesi di reato, a quanto si è appreso, è di corruzione internazionale e riciclaggio.Fonti giudiziarie sottolineano che l'iscrizione di Orsi è un atto dovuto in seguito alle dichiarazioni rese ai pm dall'ex dirigente delle relazioni esterne della holding Lorenzo Borgogni.

L'iscrizione è stata disposta nell'ambito dell'inchiesta che ha portato a perquisizioni e sequestri eseguiti a Lugano sulla base di una rogatoria con la procura federale elvetica. L'indagine riguarda la vendita di 12 elicotteri Agusta Westland all'India per la quale il gruppo, secondo Borgogni avrebbe versato tangenti a un intermediario, indicato come persona vicina a Orsi. Nell'inchiesta è coinvolto il consulente d'affari italo-svizzero Guido Ralph Haschke, destinatario ieri del decreto di sequestro.

L'uomo, per la sua intermediazione, avrebbe ricevuto una somma di 51 milioni di dollari, parte della quale - probabilmente 10 milioni, secondo l'ipotesi accusatoria - sarebbero andati alla Lega. Nella vicenda sarebbe stato coinvolto, secondo quanto rivelato da Borgogni, un secondo intermediario nelle cui mani sarebbe stata materialmente versata la tangente. Le indagini - coordinate dal procuratore aggiunto Francesco Greco e dai pm Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock - mirano, tra l'altro, a identificare questo secondo presunto mediatore. Gli inquirenti sono in possesso di un nome - Christian Mitchell - ma potrebbe trattarsi anche di un nominativo falso per nascondere la vera identità. Al momento, comunque, l'uomo non sarebbe stato ancora identificato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento