«Gli ausiliari del traffico contribuiscono alla sicurezza della città»

Sulpl: «Riteniamo che l'attuale Amministrazione non volendo procedere ad un terzo rinnovo del contratto dei cinque ausiliari abbia mostrato ancora una volta di lavorare in emergenza, non avendo alcuna lungimiranza sul tema della sicurezza»

«Dopo aver sottoposto la nostra richiesta all’attuale Amministrazione e dopo aver avuto un riscontro negativo per ben due volte, considerata l’importanza della questione, il Sulpl ha ritenuto opportuno e necessario nei giorni scorsi scrivere una lettera ai candidati a sindaco di Piacenza, quindi a coloro che rappresentano il futuro prossimo per la nostra città e per la sua polizia locale, al fine di sensibilizzarli sul tema del rinnovo contrattuale a tempo determinato dei cinque ausiliari del traffico. Ovviamente rinnoviamo l’invito ad unirsi anche ai sindacati Cgil, Cisl e Uil, nell’interesse esclusivo di questi lavoratori precari».

«Doveroso ringraziare - continua la nota del sindacato - chi di loro si è prontamente reso disponibile ad un incontro. A nostro avviso è inaccettabile che mentre tutti gli altri capoluoghi di provincia dell’Emilia Romagna avvertano la necessità e riconoscano la funzione degli ausiliari del traffico, proprio in relazione alle mutate esigenze di utilizzo della polizia locale e contemporaneamente all’evidente disagio della mobilità cittadina, l’amministrazione di Piacenza, seppur a fine mandato, non abbia acquisito questa sensibilità, non prevedendo alcuna figura che possa fungere da trait-d’union tra il cittadino, il Comune e la polizia locale, perché ricordiamo che questi cinque giovani ausiliari lavorano in strada e i loro compiti spaziano dal ricevere segnalazioni dai cittadini e dirottarle immediatamente agli uffici preposti, al sanzionare anche comportamenti banalmente illeciti che però possono arrecare pericolo o danno agli utenti deboli della strada (pedoni, invalidi, etc.), permettendo alla municipale di potersi dedicare maggiormente ad attività volte a fare prevenzione e garantire sicurezza sul territorio».

«L’assessore Luigi Gazzola dovrebbe sapere che l’assunzione di 13 nuovi agenti, non risolverà certo il problema cronico del comando di Piacenza che continuerà comunque ad essere sottodimensionato, e che i nuovi colleghi, prima di essere operativi sul territorio, dovranno comunque sostenere un lungo periodo di formazione, dunque, a nostro avviso, gli ausiliari sono ancor più che necessari. Tra l’altro, in caso di mancato rinnovo, non si potrebbe non evidenziare un inutile dispendio di risorse pubbliche sostenute per il loro concorso, per la formazione e il loro vestiario».

«Riteniamo che l’attuale Amministrazione non volendo procedere ad un terzo rinnovo abbia mostrato ancora una volta di lavorare in emergenza, non avendo alcuna lungimiranza sul tema della sicurezza, tema scottante e di grande attualità, che va affrontato a 360 gradi e che passa, appunto, anche attraverso il rispetto delle regole dettate dal Codice della Strada e destinando sempre più la locale a controlli specifici e mirati, diversi dal controllo soste, che appunto può essere affidato agli ausiliari del traffico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento