rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Cortemaggiore

Graffia e scalcia per sottrarsi al controllo: denunciata una lucciola

Controlli anti-lucciole sulla strada provinciale per Cortemaggiore. Zona pattugliata a tutte le ore del giorno e della notte. Di solito le prostitute scappano per evitare l'identificazione, ma ieri, una ragazza di origine nigeriana, per impedire il controllo si è messa a scalciare e graffiare. È stata denunciata dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale

Controlli straordinari sulla provinciale per Cortemaggiore. Da qualche giorno, i carabinieri stanno pattugliando la zona in ogni fascia oraria, mattina compresa, nell'ambito dell'intensificazione dei controlli anti - prostituzione. La provinciale, è noto, è frequentata da lucciole prevalentemente di origine africana.

Sarebbero quattro o cinque quelle abituali, che alla vista delle auto di servizio, si danno alla fuga per non essere identificate. Ieri però, qualcosa ha spezzato la routine. Una ragazza nigeriana di 23 anni, è stata avvicinata da una pattuglia del radiomobile per essere controllata.
  La donna ha graffiato gli agenti. Addosso ai militari sono arrivati anche calci e pugni  

Prima è scappata, poi è stata raggiunta. Ma all'invito dei militari a seguirli in caserma per l'identificazione completa, si è scatenato il putiferio. Calci, pugni, graffi. La donna ha tentato in ogni modo di divincolarsi per evitare il riconoscimento. Poi, non contenta, se l'è presa anche con la macchina di servizio.

Alla fine i militari, che per i graffi riportati non sono voluti andare al pronto soccorso per il referto, sono riusciti ad accompagnare la donna in caserma e a denunciarla per resistenza a pubblico ufficiale. Le verifiche dei militari hanno accertato che sulla donna, pendeva un decreto di espulsione, ma siccome la lucciola aveva presentato richiesta di asilo politico, non si è dato corso al provvedimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Graffia e scalcia per sottrarsi al controllo: denunciata una lucciola

IlPiacenza è in caricamento