«Grazie a chi ha denunciato i maltrattamenti»

Il commento dell'onlus La Via dei Colori sulle maestre arrestate. E' un'associazione punto di riferimento in Italia per minori e minoranze vittime di maltrattamenti in strutture scolastiche e assistenziali

Sono state arrestate in flagranza di reato, due insegnanti della scuola primaria Vittorino Da Feltre a Piacenza. La segnalazione era partita dalla dirigente scolastica, a seguito dei racconti di un insegnante di sostegno. Così, a inizio ottobre, gli inquirenti hanno avviato le intercettazioni audiovisive in aula. «Diciamo un grazie immenso a questa persona - afferma Ilaria Maggi, presidente de La Via dei Colori onlus, associazione al fianco delle vittime di maltrattamenti in struttura - perché nella nostra esperienza è rarissimo che a segnalare sia il dirigente della scuola che pure avrebbe obbligo di denuncia. Che questo gesto possa essere un esempio per molti. È importante infatti che chi è a capo di una scuola e chi vi lavora a vario titolo, non abbia timore di agire contro dipendenti o colleghi, pur di difendere i piccoli ospiti ma anche il buon nome della scuola ed il lavoro degli insegnanti più validi».

Le indagini hanno portato a raccogliere testimonianza di urla, umiliazioni e violenze. "In un caso uno scolaro veniva deriso perché non era in grado di fare quanto richiesto dalla maestra, che a quel punto prendeva un ciuccio e cercava di metterglielo in bocca a forza, tra le risate degli altri compagni". ha raccontato in conferenza stampa il sostituto procuratore Antonio Colonna. Molti episodi "di compressione fisica di varia intensità" (come si legge nell’ordinanza del gip) sono stati raccolti in sole due settimane fino a venerdì scorso quando gli agenti hanno deciso di intervenire: una delle due maestre aveva preso un bambino per il mento e lo stava sollevando con violenza.

"La Via dei Colori - si legge in una nota - si mette a disposizione delle forze dell’ordine e delle famiglie colpite da questa ennesima vicenda dolorosa. L’associazione già si occupa di un altro caso analogo sempre a Piacenza, avvenuto nell'Asilo Nido Farnesiana, per il quale segue diverse famiglie. «Siamo sempre più determinati non solo a curare questi problemi ma a parlarne - afferma Ilaria Maggi - ed a metterci accanto all’istituzione scolastica, oltre che ai genitori, per far sì che, ove ci siano maltrattamenti, si arrivi alla denuncia il prima possibile». La Via dei Colori onlus è l'associazione punto di riferimento in Italia per minori e minoranze vittime di maltrattamenti in strutture scolastiche e assistenziali. Attualmente, oltre a effettuare ricerca e formazione nell'ambito della prevenzione agli abusi, segue oltre 500 famiglie offrendo consulenza tecnica legale, psicologica e di orientamento, dando il proprio supporto a oltre 90 processi in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento