Grazzano Visconti, la strada della Cà Matta si rifà il look

L’impresa Betonrossi si fa carico della riqualificazione del tratto di strada che porta al borgo

Taglio del nastro per la strada di Grazzano Visconti che conduce alla Cà Matta. La riqualificazione della strada, zona nevralgica del paese perché conduce a uno dei tre parcheggi della frazione di Vigolzone, è stata realizzata grazie all’impegno della ditta “Betonrossi” (del gruppo Cementirossi Spa) – che ha sede nel territorio del comune - che si è presa carico di questa esigenza del paese. Il sindaco Francesco Rolleri ha ringraziato l’impresa per l’aiuto. «È un momento importante questa inaugurazione – ha spiegato -, si tratta di una riqualificazione importante di un pezzo di strada comunale. Avremmo voluto già farlo in passato ma con le scarse risorse a disposizione non era possibile.  Ora ci siamo riusciti solo perché un’azienda importante del nostro territorio si è resa disponibile a “sponsorizzare” tutto l’intervento. Li ringrazio». Rolleri ha sottolineato il «momento fortunato di Grazzano, alle prese con una buona affluenza turistica, in aumento».

«Ringrazio il sindaco – ha detto Massimo Vecchi a nome dell’impresa - che ci ha dato la possibilità di sperimentare un prodotto nuovo nell’asfaltatura del tratto, il calcestruzzo drenante "Drainbeton". Ci fa piacere contribuire perché siamo un’azienda nata in questa zona». Apprezzamento per il momento felice del paese anche da parte della proprietà del borgo. «Siamo felici – ha detto Luchino Visconti di Modrone - per il momento di Grazzano: le istituzioni ci lasciano organizzare eventi che portano tanti turisti. Ora aggiungiamo la riqualificazione di questa strada.  Grazzano è sempre più un posto migliore e più fruibile». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento