Venerdì, 19 Luglio 2024
Pandemia

Green pass, mascherine, locali e trasporti: come cambiano le regole da aprile

Inizia la fase di addio alle restrizioni dovute al Covid. Da venerdì 1 aprile il sistema a fasce verrà abolito: addio a zona bianca, gialla, arancione e rossa. Le informazioni utili

Nell’immediato futuro in Italia si cambia passo nell'affrontare il coronavirus. Alcune novità diverranno operative dal 1 aprile e riguardano non solo il certificato verde, ma anche la quarantena, la scuola, i vaccini e le mascherine. Sta per iniziare la fase di addio alle restrizioni che per tanti mesi hanno accompagnato la vita quotidiana di decine di milioni di persone.  Altre disposizioni cambieranno dal 1maggio. Da oggi, lunedì 28 marzo, tutte le regioni sono in zona bianca (c'era solo la Sardegna ancora in zona gialla fino a ieri). Da venerdì 1 aprile il sistema a fasce verrà abolito: addio a zona bianca, gialla, arancione e rossa.

Dal 1 aprile sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il green pass base e dal 1° maggio verrà eliminato l’obbligo. Fino al 31 dicembre resta l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per gli esercenti le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA. Fino alla stessa data rimane il green pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali. Di seguito il riepilogo di Today relativo alle principali disposizioni (qui l’approfondimento su quarantena, obbligo vaccinale e scuola).

Green pass e super green pass: dove serve e fino a quando  

Il Green pass base all'aperto dal 1° aprile non servirà più: nessun controllo nei dehors di bar e ristoranti. Il certificato servirà invece ancora sugli aerei, treni a lunga percorrenza, navi e pullman che si spostano da una regione all'altra. Accesso libero nel trasporto pubblico locale su tram, autobus e metropolitana. Dal 1° maggio non servirà più green pass per mangiare nelle mense, per i concorsi pubblici, per i corsi di formazione, per i colloqui con i detenuti e per gli stadi (a piena capienza dal 1 aprile) o per tutti gli altri eventi sportivi all'aperto.

Il super green pass fino al 1° maggio a qualcosa servirà ancora. Serve infatti per consumare al bar seduti al chiuso o al ristorante al chiuso, ma non quelli dentro gli alberghi, dove si alloggia senza alcun pass. Il super green pass dal 1 al 30 aprile è necessario in tutta Italia per andare in palestra, cinema, piscina, centri benessere, per svolgere attività sportive al chiuso, per partecipare a convegni e congressi, per frequentare centri ricreativi, per le serate in discoteca.

Mascherine: cosa cambia da venerdì

E con la mascherine? Dobbiamo portarle ancora al chiuso fino al 30 aprile, da stabilire cosa accadrà dal 1 maggio. Intanto fino al 30 aprile restano obbligatorie le Ffp2 nei luoghi più a rischio: aereo, nave, treno (non nei regionali, dove bastano quelle chirurgiche o altre), autobus, metro, pullman, funivie, cabinovie e seggiovie coperte, spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso o all'aperto in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, eventi e competizioni sportive. A scuola, nei bar e nei ristoranti basta la mascherina chirurgica. Nei luoghi di lavoro sarà invece sufficiente indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Niente mascherine per i bambini fino a sei anni, i fragili, gli accompagnatori dei disabili.  Niente mascherina quando si balla in discoteca o quando si fa attività sportiva.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, mascherine, locali e trasporti: come cambiano le regole da aprile
IlPiacenza è in caricamento