rotate-mobile
Cronaca

I carabinieri guastano il rave organizzato su Internet, identificati giovani piacentini

C'era anche un gruppo di giovani piacentini al rave party in provincia di Pavia che, nella notte tra sabato e domenica, è stato scoperto dai carabinieri di Vigevano. Al momento i partecipanti sono stati soltanto identificati e rimandati a casa

C'era anche un gruppo di giovani piacentini al rave party in provincia di Pavia che, nella notte tra sabato e domenica, è stato scoperto dai carabinieri di Vigevano. Al momento i partecipanti sono stati soltanto identificati e rimandati a casa.

Ecco i fatti. Nel corso della notte tra sabato e domenica i carabinieri di Zeme Lomellina, in provincia di Pavia, avevano ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini che avevano notato alcune autovetture sospette transitare nei pressi di una fabbrica dismessa a Zeme sulla provinciale 494. I militari, immediatamente intervenuti, si sono resi conto che era in corso l’organizzazione di un “rave party”, quindi hanno chiesto ausilio ai colleghi della compagnia di Vigevano per circondare la zona, presidiare i punti nevralgici della rete viaria e così scoraggiare l’ulteriore afflusso dei partecipanti all’evento.

Intanto però i carabinieri hanno scoperto, nel corso dell’identificazione dei giovani già presenti sul posto, che la festa era stata organizzata su Internet, ma senza una precisa destinazione: quindi i carabinieri procedevano anche ad una perlustrazione approfondita della zona per individuare altre eventuali località scelte per ripiego o comunque per sfuggire ai controlli in atto. In effetti, in una cascina abbandonata tra Robbio e Vespolate, è stato poi individuato un ulteriore assembramento di giovani che utilizzando delle casse acustiche stavano anche lì organizzando l’annunciato evento musicale.

In ogni caso i carabinieri sono riusciti a scoraggiare il prosieguo di tali attività: i giovani presenti sono stati identificati ed invitati ad allontanarsi, cosa che facevano senza creare problemi o danni. La situazione alle 4 di questa notte pertanto rientrava nella normalità. I carabinieri di Vigevano, al comando del capitano Rocco Papaleo, in ogni caso stanno procedendo negli accertamenti al fine di risalire agli organizzatori e a stabilire le eventuali responsabilità, considerato che some spesso accade in questi casi, l’evento era stato annunciato con il tam tam on line, ma non era stata richiesta la preventiva autorizzazione alle autorità di pubblica sicurezza.

Nel corso del servizio sono stati identificati 50 giovani di età compresa tra i 30 e i 20 anni, provenienti dalle province di Pavia, Milano, Novara, Asti, Vercelli Piacenza, Como, Venezia. sono stati identificati anche una ventina di giovani di nazionalità estera, in Italia o senza fissa dimora o irregolarmente: in particolare alcuni cittadini svizzeri, danesi, tedeschi, rumeni e marocchini. Come è noto già in passato la ditta dismessa sita in Zeme era stata scelta per eventi dello stesso tipo, causando qualche problema di ordine pubblico. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri guastano il rave organizzato su Internet, identificati giovani piacentini

IlPiacenza è in caricamento