I poliziotti arrestati negano. «Eseguiti degli ordini, non sapevo degli altri colleghi»

Nuova tornata di interrogatori di garanzia, oggi, 19 aprile, nell'ambito dell'inchiesta su un giro di stupefacenti e prostituzione che ha coinvolto sei poliziotti della questura e un ispettore della polizia penitenziaria, arrestati, insieme a sei immigrati sudamericani di Santo Domingo

Nuova tornata di interrogatori di garanzia, oggi, 19 aprile, nell’ambito dell’inchiesta su un giro di stupefacenti e prostituzione che ha coinvolto sei poliziotti della questura e un ispettore della polizia penitenziaria, arrestati, insieme a sei immigrati sudamericani di Santo Domingo. Per gli appartenenti alle forze dell’ordine i reati contestati dalla procura, a vario titolo, vanno dalla detenzione ai fini di spaccio, all’induzione e al favoreggiamento della prostituzione, al falso (documenti alterati o attestazioni non veritiere su alcune pratiche). Gli interrogatori sono stati condotti dal gip Giuseppe Bersani, alla presenza del sostituto procuratore Michela Versini, che insieme con il sostituto procuratore Antonio Colonna ha svolto le indagini.

Interrogatori lunghi quelli dei poliziotti detenuti nel carcere di Opera (Milano). “Il mio assistito - ha affermato l’avvocato Vittorio Antonini, che difende l’assistente Paolo Cattivelli - ha risposto a tutti gli addebiti che gli sono stati contestati. Ha spiegato che lui riceveva ordini per svolgere determinate attività, che lui riteneva lecite, e che non sapeva che cosa facessero gli altri colleghi”. Dopo oltre due ore di interrogatorio, Antonini ha chiesto di modificare la custodia cautelare in arresti domiciliari. Come da prassi, il gip ha cinque giorni di tempo per decidere.

Sentito dal gip anche l’ispettore capo Claudio Anastasio, che è assistito dagli avvocati Daniela Pelizzari e Cristina Bagnalasta. “Il mio cliente - ha detto Pelizzari - ha risposto a tutte le domande del gip, chiarendo la propria posizione”. Anche Pelizzari ha avanzato la richiesta di arresti domiciliari per l’ispettore. Gli altri poliziotti arrestati - alcuni sono stati sentiti ieri - sono: Luca Fornasari, Enrico Milanesi, Paolo Bozzini, Luciano Pellilli. L’ispettore della Penitenziaria è Paolo Martino. Agli arresti anche il pensionato Giorgio Cavaciuti, e gli immigrati Eridania Cortes, Gustavo Cortez, Alexis Mercedes Kelly, Mercedes De Los Santos, e un altro uomo che è latitante.

Nel pomeriggio, poi, sono stati sentiti anche alcuni dei sudamericani arrestati. Una donna finita in manette, difesa dall’avvocato Elena Concarotti, ha scelto di rispondere alle domande del gip. La donna, accusata di detenzione ai fini di spaccio, ha dato la propria versione dei fatti rispondendo al gip. L’avvocato Concarotti ha chiesto la revoca della custodia cautelare e, in subordine, la concessione degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento