Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

I positivi nel Piacentino calano del 3%. Nell’ultima settimana sono 592 i nuovi casi

Baldino (Ausl): «Numeri stabili su tutti i fronti. Ora due settimane decisive per l’andamento dei prossimi mesi»

Il calo di positivi si è arrestato, -2,9 per cento nell’ultima settimana, quella dal 14 al 20 dicembre, rispetto a quella precedente. Lo ha reso noto il direttore generale Ausl Luca Baldino, nel corso dell’ultima conferenza stampa del 2020 di aggiornamento sulla diffusione del Covid-19 sul territorio.

2-20-7

I nuovi positivi sono 575, contro i 592 della settimana scorsa. «E’ fondamentale ciò che accadrà nelle prossime due settimane di festività – commenta Baldino -. I provvedimenti del Governo sono decisi, se i piacentini li seguiranno con attenzione, potremmo poi uscire da questa fase». Provvedimenti che fanno però discutere. «Non è una questione di valutare se due o tre persone che si spostano in auto sono giuste o sbagliate. Non è che se incontriamo il nonno il 23 dicembre siamo prudenti rispetto a una visita il 24. Il fatto è che bisogna evitare di diffondere il contagio, di mettere a rischio le persone».

1-23-11

Il calo dei positivi intanto, è del 2,9 per cento: -1,4% in Emilia-Romagna, + 6,9 in Lombardia, -4,7% in Italia. «È un po’ presto per un arresto della curva – osserva il dg Ausl . Vediamo se nelle prossime settimane ci sarà un aumento di positivi, la cosa è preoccupante perché abbiamo ancora troppi positivi nel Piacentino».

I tamponi effettuati a Piacenza Expo sono stabili, circa 600 in più rispetto alla settimana precedente (da 11170 a 11780). I tamponi positivi sul totale sono il 7,6%, la settimana precedente erano il 7,7%.3-15-34-40-5

5-31-10

«Anche il dato dei sintomatici (che sono il 55%) – aggiunge Baldino - non è confortante. La settimana scorsa erano 50 e 50. Questo crescere dei sintomatici si avvicina alla media nazionale, però è un segnale che va tenuto in considerazione». Sono duecento le persone che hanno accusato i sintomi in questa settimana.

Buono invece il dato di provenienza dei nuovi positivi. «La metà vengono individuati dai contatti di positivi effettuato dall’Ausl. Sono calate le case di riposo dal 43% al 27%, quindi il quadro lì è sotto controllo».

6-7-9

Nulla da segnalare sui comuni, tranne che una leggera attenzione su Caorso, Besenzone, San Pietro in Cerro. «Quest’ultimo comune ha avuto qualche aumento nelle ultime settimane, ma non c’è un particolare problema».

Purtroppo è aumentata dall’11% al 13% la fascia di positivi che ha da 65 a 79 anni e dal 9% al 12% gli over 80: «Sono le fasce d’età più in pericolo».

7-4-9

8-27

Siamo arrivati a 2386 persone in quarantena nel Piacentino, contro le 2990 della settimana precedente.

10-2-20

Questa è invece la situazione delle scuole del Piacentino. Ora arrivano le vacanze scolastiche e si azzerano i contatti fino al 7 gennaio.

11-17

Stabile l’attività delle Usca.

12-4-6

«Situazione stazionaria al pronto soccorso – è il commento di Baldino -. Il responsabile Magnacavallo mi rassicura. Scendono anche i ricoveri, così come la situazione sulla terapia intensiva racconta ancora di 14-15 casi gestiti in questa settimana».

Sono stati 27 i decessi di questa settimana, contro i 25 di quella precedente. Il tasso di mortalità (il numero di decessi della seconda ondata sul numero di positività riscontrate) è del 1,97%. «È una percentuale più bassa rispetto alle medie nazionali e regionali».

13-10

14-9

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I positivi nel Piacentino calano del 3%. Nell’ultima settimana sono 592 i nuovi casi

IlPiacenza è in caricamento