rotate-mobile
Cronaca

Il maniaco del treno: «Ho molestato solo una ragazza non tre»

Interrogato dal gip il 24enne marocchino accusato di violenza sessuale, dopo aver molestato alcune donne sul treno. Il giudice conferma gli arresti domiciliari

Ha risposto al giudice affermando di avere toccato solo una delle tre ragazze che aveva molestato in treno. Il giudice per le indagini preliminari, Stefania Di Rienzo, al termine dell’interrogatorio di garanzia, ha disposto per il marocchino di 24 anni gli arresti domiciliari. L’uomo dovrà restare nella propria abitazione di Codogno. Assistito dall’avvocato difensore Roberto Ferroni, il 24enne - accusato di violenza sessuale - ha negato gli altri due addebiti che gli vengono mossi dalla procura. «Valuterò un’istanza - ha affermato Ferroni - in cui chiederò al giudice di farlo assegnare al Sert». Ritenuto dagli inquirenti un molestatore seriale, il giovane era stato arrestato dalla polizia il 25 aprile, dopo una colluttazione avuta con gli agenti che lo avevano fermato in stazione. A chiamarli era stata una ragazza lituana, che aveva poi denunciato il marocchino, che prima le avrebbe rivolto pesanti avances sul treno proveniente da Milano, poi, scesi a Piacenza, lui le avrebbe toccato una natica. Fermato dai poliziotti, il giovane si era rifiutato di mostrare i documenti e li aveva sfidati ai giardini. Con l’accusa di resistenza, era stato processato per direttissima e condannato, con il rito abbreviato, a 4 mesi. Il giovane aveva anche avuto l’obbligo di dimora. Subito dopo, era scattata un’indagine e sul tavolo del sostituto procuratore Matteo Centini erano arrivate le denunce di altre due donne. Il 5 maggio, il marocchino era stato arrestato su ordine di custodia cautelare del gip, richiesto dalla procura. Il 7 maggio, infine, l’interrogatorio e la conferma degli arresti domiciliari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maniaco del treno: «Ho molestato solo una ragazza non tre»

IlPiacenza è in caricamento