Il marocchino Aftati alla sede della Cgil: «Chiariremo la questione con l’associazione italo-marocchina»

Un parlamentare marocchino protagonista di alcuni episodi controversi ospite della Comunità marocchina presso la Camera del Lavoro. La Cgil si smarca: «Concesso lo spazio per un incontro interno all’associazione, non per una iniziativa politica»

L’associazione “Marocco sviluppo in Italia” organizza con la collaborazione dell’associazione culturale italo – marocchina di Piacenza per domenica 8 luglio alle 15 una conferenza del dottor Abdel Aziz Aftati sulla “politica marocchina, realtà e distino” presso la sede della Camera del lavoro di Piacenza in via XXIV Maggio. L’evento ha fatto storcere il naso a più di uno: l’ospite, deputato marocchino del partito conservatore "Pdj", è stato protagonista di alcuni episodi controversi. In passato bloccò su un volo un film di Spiderman, per una serie di baci tra i protagonisti del film e si è a lungo battuto contro il divieto di usare il burkini – il costume da bagno intero delle donne islamiche – in alcune spiagge del Marocco. «Nessun incontro con la partecipazione del deputato del Regno del Marocco Abdelaziz Aftati è stato autorizzato dalla Camera del Lavoro–Cgil di Piacenza». In una nota, la Segreteria della Camera del Lavoro di Piacenza smorza però le polemiche e sottolinea come non sia stata concessa nessuna autorizzazione per una riunione di carattere politico nei suoi locali. «Alla Camera del Lavoro - Cgil Piacenza non è pervenuta alcuna richiesta per un'iniziativa che vede la partecipazione di esponenti politici del Regno del Marocco. Nei giorni scorsi – precisa in una nota la Segreteria della Camera del Lavoro – è pervenuta sì una richiesta di affitto di una sala, ma per una riunione di carattere interno dell'associazione per la cooperazione italo-marocchina e nella richiesta non si esplicita la presenza di alcun esponente politico. L'affitto delle sale per riunioni è un servizio che la Cgil offre alle realtà associative del territorio. Ma nella richiesta avanzata non si fa menzione della partecipazione dell'esponente politico del Pjd. Chiariremo la questione con chi ha richiesto l'utilizzo della sala confermando la disponibilità a concedere gli spazi per una riunione interna della comunità locale, ma già fin d'ora specifichiamo che non abbiamo concesso né concederemo spazi per iniziative politiche non concordate preventivamente con la Segreteria della Cgil di Piacenza». L’associazione culturale Italo – Marocchina di Piacenza e Provincia, dal canto suo, difende il suo ospite. «Il dottor Abdel Aziz Aftati è un islamico moderato come tutti i membri del Partito Giustizia e Sviluppo del Marocco. Questo partito è al nostro Governo Marocchino dal 2011 fino ad oggi. È inutile far polemica per niente».

Salta il comizio in arabo, soddisfazione della Lega:"Bloccata iniziativa pericolosa per Piacenza"

Salta il comizio del deputato marocchino Abdl Aziz Aftati in programma domenica 8 luglio a Piacenza, la Lega esprime piena soddisfazione:"Bloccata un'iniziativa pericolosa per la città". A parlare a nome della sezione provinciale del Carroccio è il commissario Corrado Pozzi, che ribadisce l'immediata e univoca reazione di contrarietà degli esponenti del partito, alla notizia che la sede locale della Camera del Lavoro avrebbe ospitato l'incontro in lingua araba con l'esponente di un movimento politico appartenente a una corrente non moderata e a sostegno dell'Akp di Erdogan.  "Lo stop al comizio è arrivato soprattutto grazie all'intervento della Lega, che ha subito sollevato il problema, portandolo all'attenzione della politica, non solo locale, oltre che delle istituzioni e dei cittadini" commenta il commissario, compiaciuto del risultato ottenuto. "Non è pensabile che le nostre regole e la nostra tolleranza vengano sfruttate da altri per promuovere idee contrarie alle stessa democrazia; sarebbe utile per l'Italia adottare il modello tedesco, che giustamente vieta di dare spazio e voce alla propaganda fondamentalista".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento