Il sindaco Dosi in Giappone per presentare Piacenza e la mostra di Botticelli

Il primo cittadino in trasferta nel Paese del Sol Levante tra il 29 settembre e il 1° ottobre distribuirà l'opuscolo, tradotto in giapponese, "Piacere Piacenza"

Trasferta d’eccezione, per il sindaco Paolo Dosi, tra il 29 settembre e il 1° ottobre prossimi: destinazione Tokyo, dove martedì 30, nella residenza dell’ambasciatore italiano Domenico Giorgi, si terrà la conferenza stampa di presentazione della mostra “Denaro e bellezza: Botticelli e il Rinascimento fiorentino”, di cui uno dei capolavori più importanti in esposizione sarà il Tondo di Botticelli, prestato per l’occasione dai Musei Civici di Palazzo Farnese.  La rassegna, in calendario dal 21 marzo al 28 giugno 2015 presso il Bunkamura Museum della capitale nipponica – la più prestigiosa struttura dedicata all’arte “classica” – è organizzata dal quotidiano “The Mainichi Newspaper” e dalla prima rete televisiva giapponese, Nbk Promotion. «Un’opportunità straordinaria – sottolinea il sindaco – per promuovere il nostro territorio, anche perché al dipinto della Madonna adorante il Bambino con San Giovannino sarà riservato un ruolo da protagonista all’interno di questa rassegna di altissimo livello, curata da Ludovica Sebregondi e supportata da un Comitato scientifico che include anche i nostri Musei Civici farnesiani, accanto ad altre realtà italiane e internazionali di eccellenza».

Il Tondo di Botticelli, in particolare, oltre alla scheda descrittiva comune a tutte le opere nel catalogo della mostra, ne avrà una specificamente dedicata alla sua storia e all’iter del suo restauro, «unica opera – rimarca Dosi – a godere di un simile approfondimento. Sono onorato – prosegue il primo cittadino – di prendere parte alla presentazione ufficiale di questo grande evento: in occasione della conferenza stampa, verrà distribuito l’opuscolo Piacere Piacenza appositamente tradotto in giapponese, e sono allo studio ulteriori forme di valorizzazione dell’attrattività di città e provincia per i turisti nipponici». Considerazioni che, aggiunge il sindaco, «si fanno ancor più significative se pensiamo che dei cinque milioni di biglietti già venduti, all’inizio di agosto, per l’Expo milanese, ben tre milioni di richieste provengono dall’Oriente, Cina e Giappone in testa».

«Non a caso – spiega il sindaco – tra le condizioni che abbiamo posto per il prestito del dipinto di Botticelli c’è la restituzione entro la prima metà di maggio, anche se la mostra al Bunkamura Museum si chiuderà solo il 28 giugno. Questo consentirà l’esposizione a Palazzo Farnese in concomitanza con l’Expo e, nel contempo, permetterà che il quadro possa essere ammirato a Tokyo durante la cosiddetta settimana d’oro che cade all’inizio di maggio e rappresenta, per i giapponesi, il momento clou del turismo culturale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento