In auto 153mila euro in contanti: arrestato latitante con decine di alias e precedenti

Ufficialmente nullafacenti con decine di alias e precedenti penali in auto nascondevano 153mila euro in banconote da 500 euro. Nei guai sono finiti due sinti di 42 e 54 anni bloccati dai carabinieri del Nucleo Informativo nei pressi di un hotel in via Colombo. Uno era anche latitante

Da sinistra il colonnello Marco Iannucci, il comandante provinciale Corrado Scattaretico e il luogotenente Roberto Penge

Ufficialmente nullafacenti con decine di alias e precedenti penali in auto nascondevano 153mila euro in banconote da 500 euro. Nei guai sono finiti due sinti di 42 e 54 anni bloccati dai carabinieri del Nucleo Informativo nei pressi di un hotel in via Colombo nel tardo pomeriggio del 7 giugno. I militari li hanno notati mentre salivano a bordo di una Fiat Panda a noleggio, li hanno controllati e poi portati al comando provinciale di viale Beverora. In una borsa ben nascosta i carabinieri hanno trovato tre mazzette di 500 euro per un totale di 153mila euro.  Dai controlli è emerso che il 42enne era latitante da un anno: era stato condannato in via definitiva a 6 anni e mezzo per un cumulo pena per estorsione e truffa, non solo aveva 25 alias con i quali aveva commesso decine di reati in tutta Italia (Pordenone, Macerata, Messina) e anche in Europa (Germania, Olanda e Svizzera).

Su disposizione del pm Emilio Pisante è stato arrestato anche per ricettazione, il 54enne, anch'egli con una decina di alias e svariati precedenti, è stato denunciato per il medesimo reato. I carabinieri stanno indagando per capire da dove possa provenire il denaro, una delle fascette riportava una scritta in tedesco. «Non escludiamo che i due si trovassero in città per mettere a segno qualche truffa o per incontrare qualcuno. Stiamo facendo accertamenti sui numeri seriali delle banconote che risultano autentiche per capire cosa volessero fare nel nostro territorio», ha dichiarato il comandante provinciale dell'Arma, il colonnello Corrado Scattaretico. I carabinieri hanno diffuso la foto dell'uomo: «Se qualcuno lo avesse notato o fosse stato contattato dal 42enne o avesse qualche informazione utile si faccia avanti, anche in forma anonima». 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento