rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Via Beverora

In auto con 33mila euro e dosi di cocaina: «Ho venduto casa in Tunisia»

Arrestato dai carabinieri del Norm e della stazione un tunisino di 26 anni, clandestino e con precedenti, trovato in auto con 33mila euro in contanti, sfollagente e 20 dosi di cocaina. I militari sospettano che fosse andato a Milano per acquistare almeno un chilo di polvere bianca

Lo hanno fermato e in auto gli hanno trovato più di 33mila euro in contanti, di cui mille falsi, 20 dosi di cocaina e alcuni sfollagente. Nei guai è finito un 26enne tunisino clandestino che ora si trova alle Novate con le accuse di detenzione di droga ai fini di spaccio, porto abusivo di oggetti atti all'offesa, e introduzione nello Stato di banconote false. 

Tutto è successo nella serata del 6 giugno, una pattuglia del nucleo Radiomobile ha fermato in piazzale Milano una Golf per un normale controllo: a bordo due giovani, il tunisino e un amico 20enne piacentino che poi è risultato estraneo ai fatti. Lo straniero si è agitato visibilmente facendo quindi insospettire i carabinieri che hanno controllato l'auto. 

Nel baule infatti, dentro un borsone da palestra, erano nascosti 33785 mila euro in contanti divisi in mazzette. Nell'abitacolo invece erano nascosti tre sfollagente. Inoltre il giovane straniero, con parecchi precedenti per spaccio, aveva addosso 20 dosi di cocaina pronte da vendere. A questo punto è stato portato in caserma al comando provinciale e arrestato. 

Il giovane ha ammesso di essere tornato da Milano dopo aver fatto un giro con l'amico, ma i militari, visti i precedenti, un vano segreto ricavato nel cruscotto della Golf, risultata intestata alla fidanzata, sospettano che il 26enne sia uno spacciatore abituale e fosse andato a Milano per acquistare un ingente quantitativo di cocaina destinato alla piazza di Piacenza. 

Acquisto poi non andato a buon fine. I carabinieri hanno successivamente perquisito la sua abitazione a Podenzano, dove convive con la sua ragazza, una piacentina, trovando alcune dose di marijuana e una mazzetta di 50 banconote da 20 euro falsi. Interrogato dai militari avrebbe detto che 33mila euro derivavano dalla vendita di una casa in Tunisia. Le indagini sono ancora in corso, ma con tutta probabilità, fanno sapere i carabinieri del Norm e della stazione principale che hanno condotto l'attività coordinate dal pm Ornella Chicca, il 26enne aveva un ingente giro di spaccio di cocaina nel Piacentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con 33mila euro e dosi di cocaina: «Ho venduto casa in Tunisia»

IlPiacenza è in caricamento