«In casa mia non potete entrare». Sei etti di marijuana in camera da letto, arrestato

Operazione antidroga dei carabinieri di Rivergaro. In carcere un 46nne di Gossolengo

I carabinieri di Rivergaro e la droga sequestrata

«In casa mia non vi faccio entrare». Ma i carabinieri sono entrati ugualmente, uscendo poco dopo con sei etti di marijuana, un bilancino di precisione e il materiale per il confezionamento delle dosi. E’ accaduto a Gossolengo dove è finto in manette un piacentino di 46 anni, Paolo Cerri, che aveva già un precedente per droga.
Ad arrestarlo sono stati i carabinieri della stazione di Rivergaro che l’altro pomeriggio lo hanno fermato per un controllo sotto casa. E’ stato il suo atteggiamento alquanto ansioso a insospettire i militari che - scrive in una nota il comando provinciale di via Beverora - hanno deciso di dare un’occhiata nella sua abitazione. Inizialmente il piacentino non li voleva fare entrare, ma alla fine i militari sospettando che dentro casa vi potessero essere degli stupefacenti, sono riusciti ad effettuare la perquisizione. Subito hanno trovato uno spinello di erba, e in camera da letto due sacchetti di cellophane con della marijuana. In tutto 600 grammi di erba, oltre a tutto il necessario per il confezionamento delle dosi. Il 46enne è quindi finito alle Novate in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al gip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento