In Fondazione i 20 anni di Luna Stellata, la comunità per mamme in difficoltà

Il vice direttore del Corriere della Sera Barbara Stefanelli: «Le persone che si occupano di volontariato sono migliori sotto tutti i punti di vista»

FOTO DI CARLO MISTRALETTI

Luna Stellata 1996-2016. La comunità di recupero nata all'interno dell'associazione "La Ricerca" di Piacenza per consentire alle mamme e ai loro bambini di compiere insieme il percorso di riscatto dalla dipendenza della droga, ha compiuto venti anni. L’anniversario della struttura situata alla Magnana, alle porte della città, dove è in grado di accogliere fino a 12 madri con i lori figli, è stato celebrato con un convegnoalla Fondazione di Piacenza e Vigevano con una serie di testimonianzecon ospite d'eccezioneBarbara Stefanelli, vice direttore del Corriere della Sera e fondatrice del blog "la 27esima ora".

I lavori,coordinati dalla giornalista Tiziana Pisati, sono stati aperti dal saluto del sindaco di Piacenza Paolo Dosi, dal presidente della “Fondazione” Massimo Toscani e dal sottosegretario all'Economia Paola De Micheli che,  commentando il video proiettato in apertura che racconta di donne-madri sul difficile cammino di responsabilità e di allontanamento dalla droga affrontato all'interno della comunità, ha rilevato come l’esigenzadel sostegno alle mamme costituisca un problema culturale prima ancora che sociale.

Gianluigi Rubini, presidente Associazione "La Ricerca" ha ricordato la qualità e la consapevolezza della casa "Luna Stellata" con un ringraziamento speciale per il fondatore dell'associazione "La Ricerca" don Giorgio Bosini, il quale nella fase finale del convegno ha portato un personale applaudito contributo di testimonianze e ricordi.

Flavio Bonfà direttore dell’U.O. Sert Usl Piacenza, ha illustrato il tema “Madri fragili e servizi territoriali”, seguito da Loretta Volta, operatrice di Luna Stellata, che ha accennato alledifficolta di relazioni nel lungo periodo di permanenza all’interno della Casa, ricordando  che Luna Stellatadall’inizio dell’attività ha ospitato 117 bambini sino all’età di 15 anni e 110 mamme, una metà delle quali è uscita dalla Comunità in grado di affrontare la vita con consapevole autonomia. Un intervento “tecnico” per Veronica Ferrari su  aspetti clinici e su strumenti  del percorso terapeutico i cui obiettivi sono sempre molto alti, e prevedono un metodo di recupero innovativo, non comporta la separazione delle madri dai loro figli e puntasu questo rapporto come un elemento di sostegno al ritorno alla vita normale, e quindi l’intervento dell’assessore regionale Paola Gazzolo che ha ripreso alcuni temi trattati dai precedenti relatori correlandoli alle iniziative e alle normative regionali.

“Permettendo alle donne in Italia di essere madri e lavorare, cambieremmo molto il Paese”. Lo ha affermato Barbara Stefanelli, testimonial  dei 20 anni di Luna Stellata. “Lo scorso anno in seguito ad un’inchiesta abbiamo presentato una proposta di legge per chiedere di allungare il congedo di paternità obbligatoria, perché la nascita di un figlio non riguarda solo le madri”. Questo un altro dei passaggidella giornalista che ha evidenziato come negli ultimi annisempre meno madri tornano a lavorare causa un sistema che non funziona;ma avere una vita familiare attiva non può voler dire rinunciare alle soddisfazioni sul lavoro. I Paesi dove le donne lavorano di più sono quelli in cui le famiglie fanno più figli. In Italia continua a diminuire il numero di madri che tornano al lavoro dopo una gravidanza; dobbiamo proporre un cambiamento di prospettive.

Il terzo settore, ha poi affermato la giornalista, svolge un ruolo positivo e fondamentale nel nostro sistema sociale;“le persone che si occupano di volontariato sono migliori sotto tutti i punti di vista”. In  tema di lavoro, ha poi detto, occorre superare l’idea che l’ultimo a lasciare l’ufficio sia migliore degli altri: è importante sfruttare le nuove tecnologie per puntare sulla flessibilità. Infine rivolgendosi ai giovani “ Il poter esibire nel proprio curriculum di lavoro una concreta esperienza di volontariato costituisce per le aziende un efficace titolo preferenziale”.

DSC_6459

DSC_6432-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento