«In questa fase di ripresa non si può smettere di investire sulla sicurezza»

Infortunio mortale alla Valchero Calcestruzzi. I sindacati Cgil, Cisl e Uil: «Tragedia incomprensibile- Sulla sicurezza nei cantieri e negli stabilimenti fissi non è possibile né derogare né snellire le procedure»

«Un lavoratore di 50 anni è uscito di casa questa mattina, 6 agosto, salutando moglie e due figli, per andare a lavorare alla e non farà più ritorno dai suoi cari. Siamo di fronte a una tragedia umana e sociale, l’ennesima. Questo è il momento del cordoglio: alla famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze, così come la certezza che metteremo in campo tutte le azioni necessarie per accertare le responsabilità di quanto accaduto. Gli infortuni sul lavoro sono stati quasi 5mila nel 2019 a Piacenza e provincia. Questo deve essere il momento di dire “basta morti bianche”. Morti evitabili, tragedie incomprensibili». Così in un comunicato stampa congiunto Cgil, Cisl, Uil di Piacenza insieme alle segreterie del comparto dell’edilizia Fillea, Filca e Feneal commentano l’infortunio mortale registrato in provincia di Piacenza la mattina del 6 agosto. I sindacati ringraziano i soccorritori e augurano buon lavoro agli esperti di Asl e carabinieri per le indagini che dovranno fare piena luce su un infortunio che pare legato al cedimento strutturale di un silos che conteneva cemento.

«Non possiamo nascondere che nella nostra attività di rappresentanza del lavoro – continuano le parti sociali - notiamo come spesso la sicurezza sia considerata come un costo e un malcelato “peso”, a questo aggiungiamo come vadano ampliate, potenziate e in certi casi ripristinate le attività ispettive degli organi competenti, specialmente in un momento di ripresa dopo il lockdown. In questi mesi c’è stata, infatti, molta attenzione sul tema della diffusione del covid-19 nei luoghi di lavoro, mentre la riapertura delle attività produttive ha dimostrato quanto denunciamo da anni, ovvero che sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro si è deciso solo di disinvestire. Da quando le attività hanno ripreso a pieno ritmo sono tornati ad aumentare gli infortuni e gli incidenti mortali, calati solo per effetto del lockdown. Continueremo instancabilmente a ribadire che qualsiasi prospettiva di ripresa non possa prescindere dal massimo livello di investimento sulla sicurezza nei cantieri e negli stabilimenti fissi, tema su cui non sarà possibile né derogare né snellire le procedure».Valchero Calcestruzzi di Carpaneto-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento