Incendio in un'abitazione a Trevozzo, anziana salvata dal genero: muore all'ospedale

Fiamme in una abitazione di Trevozzo. L'incendio è divampato in via Umberto I intorno alle 16.40 del 20 dicembre. Un'81enne stava accendendo la stufa e per cause da chiarire è divampato un incendio. E' stata salvata dal genero che è entrato nella casa in fiamme. Maria Delfitto è morta dopo poche ore al centro ustionati dell'ospedale di Parma

I vigli del fuoco sul posto a Trevozzo

AGGIORNAMENTO - Maria Delfitto non ce l'ha fatta. E' morta a causa delle gravi ustioni riportate nell'incendio della sua abitazione a Trevozzo. L'81enne era stata trasferita d'urgenza al centro ustionati dell'ospedale Maggiore di Parma, ma qui è morta dopo che le sue condizioni sono precipitate.

Viva, anche se in gravissime condizioni, grazie al genero che è entrato nella casa in fiamme e l’ha trascinata fuori appena in tempo. E’ accaduto poco prima delle 17 in un’abitazione in via Umberto I a Trevozzo. Ad avere la peggio è stata una 81enne piacentina che è stata trasportata d’urgenza in ospedale a Piacenza a causa di ustioni sul corpo e di un’intossicazione: si trova in pericolo di vita e nelle prossime ore potrebbe essere trasferita nel centro specialistico per gli ustionati all’ospedale Maggiore di Parma.
Intossicato, ma non in pericolo di vita, anche l’uomo, piacentino di 59 anni, che l’ha salvata che è stata trasportato in ospedale a Castelsangiovanni.

Tutto l’accaduto è al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Bobbio e dei vigili del fuoco, accorsi con diversi mezzi nel paese della Valtidone. Pare che le fiamme siano partite dalla stufa a legna che l’anziana, in casa da sola, stava tentando di accendere, probabilmente aiutandosi con dell'alcol. La fiammata l'ha però investita e ha attaccato anche un tappeto. Poco dopo, il genero e la figlia della donna sono rincasati e hanno subito visto il fumo che usciva dalle finestre al pian terreno. Aperta la porta si sono accorti che la casa stava andando a fuoco dopo che le fiamme avevano già raggiunto anche una credenza di legno vicino alla stufa.

Attraverso il fumo si intravedeva, stesa sul pavimento, la sagoma della donna priva di conoscenza e l’uomo, senza pensarci due volte, è entrato e l’ha trascinata fuori, rimanendo però a sua volta seriamente intossicato. Intanto da Piacenza e da Castelsangiovanni sono arrivati i pompieri che hanno avviato le manovre di spegnimento, mentre i sanitari del 118, giunti con due ambulanze, si sono occupati dell’anziana e del genero.

Una piccola nota di colore in questa grave vicenda: i vigili del fuoco, entrati per spegnere le fiamme nell'abitazione dopo che non vi era più nessuno, sono riusciti a mettere in salvo le due tartarughe che si trovavano in un piccolo acquario nella casa che stava bruciando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento