Cronaca

Maxi incidente sul ponte di Trebbia, 52enne in istituto psichiatrico

Da oggi si trova sottoposto a una misura di sicurezza presso un istituto psichiatrico di Reggio Emilia il piacentino di 52enne che la domenica pomeriggio del 28 marzo scorso causò il tremendo schianto sul ponte tra San Nicolò e Piacenza

Da oggi si trova sottoposto a una misura di sicurezza presso un istituto psichiatrico di Reggio Emilia il piacentino di 52 anni che la domenica pomeriggio del 28 marzo scorso aveva causato il tremendo incidente avvenuto sul ponte del Trebbia tra Piacenza e San Nicolò. Un grave schianto tra più auto che aveva anche provocato il grave ferimento di due bambini, fratello e sorella di Gragnano (qui il racconto del tragico incidente).

L'uomo, che già in passato era stato in cura presso i servizi psichiatrici per alcuni problemi depressivi è stato preso in consegna questa mattina dalla polizia stradale di Piacenza nella sua abitazione di San Nicolò. A chiedere la misura cautelare, che rientra nelle cosiddette misure di sicurezza, è stato il sostituto procuratore della Repubblica di Piacenza Ornella Chicca, che in queste settimane ha acquisito e analizzato le cartelle mediche dell'uomo per avere un quadro chiaro della sua situazione e stabilità psichica.

Poi il pm ha effettuato la richiesta al giudice per le indagini preliminari di Piacenza che ha ha firmato il provvedimento cautelare. Al momento, il 52enne è accusato di lesioni volontarie, e ora l'iter giudiziario proseguirà come sempre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi incidente sul ponte di Trebbia, 52enne in istituto psichiatrico

IlPiacenza è in caricamento