Auto infilzata dal guard rail per 20 metri. Illesi i due coniugi a bordo

E' davvero un miracolo quello accaduto la mattina del 31 agosto a Niviano sulla Statale 45. Un'auto, con a bordo due coniugi rimasti illesi, ha perso il controllo sbandando a destra ed è stata letteralmente infilzata nel mezzo dal guard rail

L'auto infilzata dal guard rail sulla 45

E’ davvero un miracolo quello accaduto la mattina del 31 agosto a Niviano sulla Statale 45. Un’auto, con a bordo due coniugi, ha perso il controllo sbandando a destra ed è stata letteralmente infilzata nel mezzo dal guard rail. Circa 20 metri di sbarra di acciaio che, sfondato il parabrezza, hanno passato da parte a parte l’abitacolo della vettura uscendo dal luntotto posteriore. L'auto si è fermata solo dopo aver percorso una ventina di metri. Il guard rail l'ha attraversata passando in mezzo ai due sedili. L’uomo e la donna sono rimasti totalmente illesi: si tratta di marito e moglie di 60 e 54 anni residenti a Sarezzo, in provincia di Brescia. Erano stati nel Piacentino per una battuta sulle colline alla ricerca di funghi.
Tutto è accaduto intorno alle 11. La coppia, di ritorno dall’alta Valtrebbia, stava viaggiando verso Piacenza. Vicino a Ponte Vangaro, alle porte di Niviano, il conducente ha sbandato a destra improvvisamente per cause che non sono ancora state chiarite dai carabinieri di Rivergaro che hanno effettuato i rilievi sul posto. 
Un’ambulanza della pubblica assistenza di Calendasco, che stava passando in quel momento, si è fermata per prestare soccorso. Ma non ce n’è stato bisogno visto che l’uomo e la donna a bordo sono scesi tranquillamente.
I vigili del fuoco sono intervenuti per tagliare l’acciaio e liberare la vettura.

IL VIDEO DELL'INCIDENTE

Schermata 2016-08-31 alle 16.48.22-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento