menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'incidente (foto Trespidi) e, a lato, Ester Crovetti

Il luogo dell'incidente (foto Trespidi) e, a lato, Ester Crovetti

Ubriaco il conducente dell'auto pirata che ha travolto due sorelle uccidendone una

È accusato di omicidio stradale, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza l'operaio 35enne che sabato 19 dicembre ha travolto due sorelle di 55 e 52 anni, dandosi poi alla fuga. La 55enne Ester Crovetti è morta, la sorella è ricoverata in gravi condizioni al Maggiore di Parma

Si trova in carcere a Piacenza E. L. l’operaio 35enne di Vernasca che nel tardo pomeriggio di sabato 19 dicembre ha travolto due sorelle, uccidendone una, per poi darsi alla fuga. È accusato di omicidio stradale, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza: aveva un tasso alcolemico pari a 1,6, due volte superiore al consentito. I carabinieri di Vernasca e quelli del Norm di Fiorenzuola che poco dopo le 18 erano arrivati sul luogo dell’incidente in località Ferrai, lungo la Provinciale tra Bacedasco e Vernasca, avevano trovato a terra la targa dell’auto dell’uomo che, prima di travolgere le due donne di 55 e 52 anni, si era schiantata contro un cassonetto. Gli accertamenti dei militari dell'Arma sono stati coordinati dal sostituto procuratore Daniela Di Girolamo.

La 55enne, Ester Crovetti, è morta sul colpo mentre la sorella, trasportata d’urgenza al Maggiore di Parma, resta ancora ricoverata in osservazione nell’Area rossi del pronto soccorso. Domenica mattina in paese non si parlava d’altro. In tanti conoscevano le due sorelle che vivevano sole in una palazzina a pochi metri dal luogo della tragedia. Lavorava nella struttura protetta del paese e aveva l’amore per i cani e per la pittura. In tanti l’hanno ricordata e salutata con messaggi di cordoglio su un social network pubblicando tra l’altro un quadro da lei realizzato e dove, poco prima di morire, aveva pubblicato una foto che la ritraeva da piccola, corredata dai versi di “Possibilità” della poeta Wislawa Szymborska: “Preferisco non chiedere per quanto ancora e quando”. Quell’”ancora” e “quando” per Ester non ci sono più. «Proteggi tua sorella Maura», ha scritto qualcuno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento