Si schianta contro un palo della luce e scappa: fermato dalla polizia

E' accaduto nella notte tra il 29 e il 30 aprile: un 27enne ecuadoriano è stato fermato dalle volanti dopo aver centrato un palo della luce in via Genova. Poi è fuggito ma un residente ha chiamato la polizia. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza il palo

Gli agenti della polizia intervenuti sul posto

Un ragazzo di ecuadoriano di 27 anni, nella notte tra il 29 e il 30 aprile, intorno alle 2, mentre era alla guida di un' Alfa in via Genova, ha centrato un palo dell'illuminazione pubblica danneggiandolo, per poi scappare pensando che nessuno lo avesse visto. Un residente della zona ha però avvertito il 113. In pochi minuti sul posto sono giunte due volanti della polizia che hanno individuato in via Fermi l'auto segnalata., Il conducente ha provato a scappare a piedi, all'angolo tra via Fermi e via Poggi, a poche centinai di metri dal luogo dell'incidente, ma è stato bloccato dalla polizia. Il giovane, visibilmente agitato, è stato portato in questura per gli accertamenti. Qui si è però rifiutato di sottoporsi alla prova, e per lui è quindi scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza con il massimo della sanzione. Poco dopo in via Genova, sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza il palo dell'illuminazione stradale rimasto danneggiato. L'auto invece, intestata allo straniero, è stata sequestrata.

GUARDA IL VIDEO

Schermata 2018-04-30 alle 12.47.10-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento