Si schianta in moto contro il guard rail e finisce nel dirupo, gravissimo un 25enne

Grave incidente stradale in alta Valtrebbia: sul posto la Cri di Marsaglia, il 118 di Bobbio, i vigili del fuoco e l'eliambulanza. Dinamica al vaglio dei carabinieri

L'arrivo dei soccorritori di Pavullo e i sanitari sul posto

Sono gravissime le condizioni di un ragazzo di 25 anni che nel primo pomeriggio di domenica 22 luglio è rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto in alta Valtrebbia, vicino a Ponte Organasco. Dai primi accertamenti pare che fosse in gruppo con altri motociclisti lungo la Statale 45 quando, per cause ancora al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Bobbio, ha perso all'improvviso il controllo della sua moto mentre percorreva una curva. Sbalzato dalla sella è poi finito sotto il guard rail a margine della strada, finendo poi nel dirupo gravemente ferito. Sul posto sono in breve arrivati i soccorritori della Croce rossa di Marsaglia che hanno raggiunto il ferito insieme ai sanitari del 118 giunti in ambulanza da Bobbio. Con l'aiuto dei vigili del fuoco di Bobbio il giovane è stato recuperato, mentre nel frattempo sono arrivati anche i sanitari dell'eliambulanza: sono stati calati con il verricello direttamente sulla strada.
Pare che il 25enne, residente a Giussano (in provincia di MIlano) abbia riportato la semi amputazione di una gamba, oltre ad altri gravi traumi alla testa e al torace. E' stato trasportato in volo d'urgenza all'ospedale Maggiore di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento