rotate-mobile
Incidenti stradali Borgonovo Val Tidone

Mottaziana strada maledetta: nove morti e 15 feriti gravi in dieci anni

Dal 2007 al 2017 nove morti e 15 feriti tra i quali alcuni gravissimi. Questo il tragico bilancio degli incidenti stradali avvenuti sulla strada provinciale 11 che collega Gragnano a Borgonovo. Quattordici gli incidenti più gravi, di cui sei mortali

Dal 2007 al 2017 nove morti e 15 feriti, tra i quali alcuni gravissimi. Questo il tragico bilancio degli incidenti stradali avvenuti sulla strada provinciale 11 in dieci anni, meglio nota come la strada della Mottaziana che collega Gragnano a Borgonovo. Quattordici incidenti, di cui sei mortali e alcuni di lievissima entità, rendono la strada una delle più pericolose della provincia. Rettilinei che sembrano in piano ma che nascondono insidie, e curve e semicurve che traggono in inganno. Velocità, inesperienza, sorpassi azzardati e il destino fanno il resto.

Laura Facchini e Cecilia Modenesi di 16 e 17 anni di Borgonovo, le vittime più giovani. Il 22 aprile 2007 le ragazze erano a bordo di un'auto guidata da un 22enne che in una semicurva perse il controllo della vettura, uscì di strada e si schiantò contro un albero. Rimase lievemente ferito, le ragazze morirono sul colpo. Il 6 dicembre 2009 in uno scontro frontale tra due auto morì Maria Collauto, 53enne di Agazzano, il 16 gennaio 2011 morirono (e donarono gli organi) i coniugi Daniele Bertuzzi e Lucia Bernini di Ziano, in auto con loro anche i due figli piccoli che rimasero illesi. Anche in questo caso si tratta di uno scontro frontale. Il 3 agosto 2014 fu la volta di Alberto Pezzati, 61enne di Caminata. In auto c'era la moglie che rimase ferita in modo gravissimo: sempre un frontale. Il 23 dicembre invece morì Roberto Repetti, 59enne di Gragnano: sembra che per la nebbia abbia urtato un'auto che proveniva dalla direzione opposta uscendo di strada ribaltandosi più volte. Infine il 6 marzo 2017 sono morti Michele Ampelli e Marcello Ragone. In auto con i due anche il figlio di Ragone che è rimasto ferito insieme a un 38enne di Pianello. Grave il conducente dell'auto che avrebbe provocato l'incidente, un 20enne albanese.  Si tratta quasi sempre di invasioni di corsia, frontali e sorpassi azzardati lungo una strada che non perdona quasi mai. 

Gli incidenti più gravi dal 2010 al 2016 sono stati otto: il 9 agosto 2010 un'auto è uscita di strada da sola, due i feriti, il 19 giugno 2011 un 22enne a piedi fu falciato da un'auto pirata, il 28 gennaio 2014 uno scontro frontale provocò due feriti, il 15 aprile 2014 un furgone si scontrò con un'auto, un 68enne riportò ferite gravissime, l'11 settembre 2014 uno scontro tra due auto: un ferito, il 28 ottobre 2014 una vettura esce di strada, ferito il conducente, il 7 dicembre 2014 stessa dinamica: auto si ribalta, feriti due giovani, il 20 novembre 2016 uno scontro con tre auto provocò quattro feriti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mottaziana strada maledetta: nove morti e 15 feriti gravi in dieci anni

IlPiacenza è in caricamento