menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incontro fiume tra Gls e Usb: «Ventuno lavoratori saranno assunti»

Incontro di cinque ore in Prefettura tra Gls e Usb dopo la settimana di fuoco iniziata il 14 settembre con la tragica morte di Abd Elsalam Ahmed Eldanf davanti all'hub in via Riva a Montale: «Investimento concreto di Gls. Presto assunti i 15 lavoratori da stabilizzare e i sei licenziati di gennaio»

Incontro di cinque ore in Prefettura tra Gls e Usb alla presenza del questore, del prefetto e del sindaco dopo la settimana di fuoco iniziata il 14 settembre con la tragica morte di Abd Elsalam Ahmed Eldanf davanti all'hub di Gls in via Riva a Montale. «Abbiamo raggiunto un accordo che non ci restituisce il nostro compagno ma per il quale lottava anche lui. Ventuno lavoratori verranno assunti, l'azienda fa un oggettivo investimento su Piacenza e domani parte un altro tavolo: ci sono altri precari e c'è la necessità di una soluzione complessiva. Si tratta dei 15 lavoratori a tempo determinato che verranno quindi stabilizzati e i sei licenziati a gennaio 2016, tra i quali il fratello del facchino ucciso» dichiara Sergio Bellavita di Usb, insieme a Maria Teresa Chiariello, Riadh Zaghdane. In pratica sono state accolte le richieste del sindacato e il picchetto verrà tolto e l'attività in via Riva riprenderà già in serata. «Abbiamo siglato un verbale che racchiude tutto quello che è successo. Per un polo logistico importante come Piacenza è importante che cambi  la logica dei rapporti, il 22 settembre ci ritroveremo ancora attorno ad un tavolo per parlare anche con l'altro sindacato, il Si Cobas che all'interno di Gls è molto attivo. L'investimento che si farà deve infatti realizzarsi in condizioni di sicurezza e efficienza dopo i danni incalcolabili che l'azienda ha riportato in questa settimana di chiusura e blocco», dichiara l'avvocato di Gls, Alfredo Zampogna. La vicenda della tragica morte del 53enne egiziano continua comunque a dividere le due parti. I compagni e il sindacato continuano a ritenere che si tratti di un "omicidio padronale", l'azienda e la procura di un tragico incidente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento