rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
La vicenda

Chiuse le indagini sul trasporto disabili senza bando di gara

Ai tempi della Giunta Dosi venne affidato direttamente alla Croce Rossa senza gara. Botta e risposta tra Sgorbati (Civica Barbieri) e il sindaco Tarasconi sulla vicenda

Si sono chiuse le indagini sull’appalto del Comune di Piacenza relativo al trasporto degli alunni disabili. Ai tempi della Giunta Dosi l’appalto venne assegnato con un affidamento diretto alla Croce Rossa di Piacenza, invece che con una gara, e la cosa finì nel mirino della magistratura e della Guardia di Finanza. L’udienza preliminare si svolgerà a marzo. Nei guai (abuso d’ufficio) erano finiti due dirigenti, uno del Comune, l’altro un funzionario dell’Ausl. Il secondo, durante le indagini, è purtroppo deceduto. L’ipotesi degli inquirenti è che si sarebbero potuti risparmiare 170mila euro nell’aggiudicazione tramite gara.

La vicenda è stata commentata anche in Consiglio comunale dall’ex assessore ai servizi sociali Federica Sgorbati, oggi consigliera di minoranza della Civica Barbieri. La Giunta Barbieri, invece, scelse di passare attraverso la gara per appaltare il servizio. «Le accuse di avere tagliato i fondi ai disabili si sono rivelate infondate», ha sottolineato Sgorbati. «Organizzare un bando di gara per un servizio del genere - ha evidenziato Sgorbati - per qualcuno era togliere risorse alla disabilità. Respingo le accuse politiche infondate che arrivarono a quel tempo da più parti. Se siamo a questo punto il nostro agire non fu così avventato». «A me dispiace - la replica del sindaco Katia Tarasconi - quello che ha detto Sgorbati, non siamo un’aula di Tribunale. C’è un procedimento aperto, io sono garantista, lei mi sembra giustizialista. Aspetto di vedere come si chiude il percorso. Adesso è materia per la giustizia, non per il Consiglio comunale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuse le indagini sul trasporto disabili senza bando di gara

IlPiacenza è in caricamento