menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ingegneria Biomedica Santa Lucia acquisita dal gruppo Permira

Permira acquisisce la società gestita fino ad oggi dal gruppo dei fratelli Bruno e Sergio Giglio, attiva nel settore dell’ingegneria clinica, attraverso la controllata Pantheon

Pantheon (“Pantheon”), società controllata dai fondi Permira, annuncia l’acquisizione di Ingegneria Biomedica Santa Lucia S.p.A. (“IBSL”), uno dei principali operatori nei servizi di ingegneria clinica in Italia, dal Gruppo Giglio. L’operazione si inserisce nella strategia di crescita internazionale di Pantheon supportata dai fondi Permira, che hanno promosso la nascita del Gruppo nell’agosto del 2014 con l’aggregazione di Asteral Limited e MESA Group Holdings GmbH, società leader nella fornitura, gestione e manutenzione di attrezzature ospedaliere di diagnostica per immagini di alta tecnologia.

IBSL nasce nel 1997 dal genio imprenditoriale dei fratelli Sergio e Bruno Giglio, con una lunga esperienza nell’offerta di soluzioni e servizi nel business del calore, e cresce rapidamente fino a diventare uno dei leader nel mercato italiano nella fornitura di servizi di ingegneria clinica, con la manutenzione di apparecchiature biomedicali all’interno degli ospedali. Nel corso degli anni, IBSL ha aggiunto ulteriori risorse professionali e competenze tecniche con l’integrazione delle società D&D Med. Com., Ra.se.co, Gidea Alta Tecnologia e Te.mo.sa., rafforzando il proprio posizionamento nel settore dell’ingegneria clinica ed ampliando l’offerta nel settore della diagnostica per immagini e dei servizi in outsourcing.

Grazie ad un team manageriale di primo livello - guidato da Alessandro Dogliani, Davide Gagliardi, Antonio Marino, Angelo Deantoni e Enrico Labella - a cui si aggiungono circa 300 tecnici e ingegneri altamente qualificati che operano direttamente all’interno delle strutture ospedaliere, IBSL fornisce servizi di ingegneria clinica altamente competitivi e di elevata qualità, offrendo soluzioni complete per la gestione e la manutenzione di apparecchiature biomedicali e di sistemi per la diagnostica per immagini ad oltre 60 strutture ospedaliere italiane.

Con l’acquisizione di IBSL, Pantheon si rafforza quale importante player a livello europeo nel settore healthcare, con una forte specializzazione nella manutenzione, gestione e rivendita di attrezzature per ospedali e centri diagnostici, un business in rapida crescita data la significativa richiesta di servizi in outsourcing nel mondo della sanità. La combinazione di IBSL e Pantheon permetterà di ampliare la gamma dei servizi offerti dal Gruppo, anche per nuove tipologie di attrezzature ospedaliere, e di entrare nel mercato italiano, una delle aree geografiche chiave per la strategia di sviluppo di Pantheon. Dalla sua nascita lo scorso anno, Pantheon ha perseguito una crescita sia organica che per linee esterne, con l’acquisizione di tre società specializzate nei servizi in outsourcing, MVS in Polonia, Spintech in Turchia e Sigil in Francia.

Rob Piconi, CEO di Pantheon, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di annunciare l’acquisizione di IBSL in Italia. La famiglia Giglio ha creato un business distintivo e specializzato che aggiunge nuove e complementari competenze al nostro team. Attualmente siamo presenti in 13 Paesi, fornendo servizi ad oltre 600 ospedali. Con l’ingresso di IBSL nel nostro Gruppo, saremo ancora più forti e potremo garantire un’offerta di servizi di alta qualità per diverse tipologie di attrezzature per ospedali e centri diagnostici, con l’obiettivo di assicurare migliori cure ai pazienti”.

Silvia Oteri, Principal di Permira e membro del team globale healthcare, ha commentato: “L’acquisizione di IBSL rappresenta un passaggio chiave nella strategia di Permira, che ha l’obiettivo di accompagnare Pantheon a raggiungere una posizione di leadership in Europa nella fornitura di servizi per apparecchiature mediche per ospedali e centri diagnostici. L’Italia continua a rappresentare un mercato molto interessante per Permira, esprimendo realtà imprenditoriali di eccellenza, di cui IBSL e la famiglia Giglio che l’ha fondata e sviluppata sono un ottimo esempio”.

“Il mercato cambia, è in costante trasformazione, così come cambiano di continuo le esigenze di chi si rivolge al nostro gruppo: saper cambiare e sapersi evolvere è fondamentale, nel prodotto, nei servizi così come nella struttura della società”, ha aggiunto Sergio Giglio, che affronta con entusiasmo la prossima fase di sviluppo del Gruppo Giglio, introducendo un modello più manageriale, al passo con i tempi, pronto alle sfide del futuro, forte di figure professionali con elevate competenze ingegneristiche, informatiche e gestionali. “È nei cambiamenti che troviamo uno scopo” conclude, ricalcando le parole di un filosofo di migliaia di anni fa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento