Marsaglia, evacuate 70 persone per il disinnesco della bomba poi fatta esplodere ad Albarola

Sono iniziate alle 8,30 con la chiusura delle strade, le operazioni di rimozione delle due spolette dell'ordigno bellico rinvenuto in riva al Trebbia a Marsaglia. L'operazione è durata fino al primo pomeriggio, con lo scoppio in sicurezza alla cava di Albarola

L'ordigno rinvenuto e gli artificieri al lavoro (foto Bonetti)

E' scattata poco dopo l'alba del 19 giugno l'operazione di rimozione dell'ordigno bellico rinvenuto nel greto del fiume Trebbia nel comune di Marsaglia. Si tratta di una bomba d'aereo americana del peso di 500 libre (circa 250 chili), rimasta inesplosa dalla Seconda Guerra Mondiale. Nella mattinata la protezione civile ha evacuato circa 70 persone e ha allestito la palestra della scuola comunale con brandine e beni di prima necessità, per ospitare gli sfollati durante le operazioni dei militari.

In queste ore gli artificieri del nucleo Eod del Genio Pontieri di Piacenza stanno provvedendo alla rimozione delle spolette, grazie a un sofisticato dispositivo controllabile da remoto in modo da poter lavorare in sicurezza, per poi trasportarla alla cava di Albarola per farla esplodere in sicurezza. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Bobbio, la polizia di Stato, la Stradale, i vigili del fuoco, la polizia provinciale e i tecnici Anas per la chiusura delle strade, mentre la Croce rossa è intervenuta per potenziare la rete di soccorso.

«Grossi problemi non ce ne sono stati fino ad ora - spiega Stefano Gnecchi, sindaco di Corte Brugnatella - abbiamo avuto qualche disagio per la chiusura delle strade e per la popolazione che è stata fatta evacuare, ma fortunatamente si è svolto tutto regolarmente». «L'evacuazione è iniziata dalle prime ore del mattino - spiega Alessandro Dentoni, della Protezione civile di Piacenza - attualmente abbiamo quattro squadre attive sul territorio e resteremo operativi fino alla rimozione dell'ordigno». La bomba è stata poi portata alla cava di Albarola di Vigolzone - qua sono intervenuti a supporto anche gli agenti della polizia municipale dell'Unione Valnure e Valchero - e fatta esplodere intorno alle 2 del pomeriggio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento