menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Internet al servizio del bene: la "nuova filantropia". Se ne parla in Cattolica

Internet al servizio del bene: la "nuova filantropia", tra adozioni a distanza, crowfunding e nuove forme di altruismo sociale. Se ne parla in Cattolica il 2 dicembre

Internet al servizio del bene. Fare del bene nell’era digitale assume nuove forme, sfumature inedite: si donano beni ma anche attività, tempo e capacità, conoscenze e informazioni. Il 2 dicembre prossimo l’Università Cattolica di Piacenza, Insieme al Politecnico di Milano e alla Fondazione Italiana per il Dono onlus, e in collaborazione con numerose associazioni non-profit, propone una giornata di studio su questo tema che tocca più o meno direttamente la vita di ciascuno di noi e che esige un rapido adattamento da parte del diritto e dell’economia. “La complessa architettura del donare contemporaneo è vasta e articolata. A diritto ed economia si chiede di offrire sostegno adeguato e flessibile alle diverse forme del “dare” e del “donare”, e di aprire spazi di creatività e innovazione” spiega la professoressa Mariachiara Tallacchini, della facoltà di Economia e Giurisprudenza della Cattolica di Piacenza. “Molte cose sono cambiate negli ultimi anni nell’atto del donare. Il donatore, ad esempio, non è più necessariamente anonimo e certamente vuole seguire il percorso del proprio dono: trasparenza, accesso ai dati, tracciabilità delle attività, conoscenza degli impatti sono le richieste che accompagnano l’impegno per la liberalità.” Basti pensare alle adozioni a distanza: si chiede un contatto più diretto, un’informazione sempre aggiornata.

“Cambiano e si estendono i soggetti del donare - prosegue Tallacchini- : gli autori anche di piccole cifre si moltiplicano esponenzialmente e anche la donazione più minuta acquista peso e rilevanza nel suo fare rete e fare massa”. Crowdfunding e social lending insegnano. Ecco: la nuova filantropia indaga questo fenomeno, che richiede un adeguamento dell’economia e delle leggi che la governano. 

“Un’espressione, “nuova filantropia” (New Philanthropy), nata all’interno della generazione di imprenditori dell’industria dell’informatica e del digitale, come una filantropia diversa e “strategica”,  capace di produrre e misurare gli impatti del “dare” e del “donare”. L’altruismo si esprime con nuove forme ed è ancora in cerca di nuovi nomi per altre idee e pratiche da attuare. Il Convegno “La Nuova Filantropia. Economia e diritto per una società digitale collaborativa” propone uno spazio di riflessione e dialogo tra discipline diverse, e presenterà esperienze economico-giuridiche e tecnologiche tese a una cultura visionaria del dare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento