rotate-mobile
Cronaca

«Inviteremo il brigadiere ferito a Piacenza perché abbia un buon ricordo della nostra città»

Sessanta giorni di prognosi per il brigadiere capo Luca Belvedere in forze al Quinto Battaglione Carabinieri di Bologna accerchiato e picchiato in via Sant'Antonino sabato 10 febbraio durante il corteo contro Casa Pound. Il comandante provinciale dell'Arma: «Lo abbiamo invitato a cena perché possa avere un ricordo positivo della nostra Piacenza»

Sessanta giorni di prognosi per il brigadiere capo Luca Belvedere in forze al Quinto Battaglione Carabinieri di Bologna accerchiato e picchiato in via Sant'Antonino sabato 10 febbraio durante il corteo contro CasaPound. E' stato operato e dimesso per una frattura alla spalla al Centro Traumatologico Ortopedico (Cto) dell'ospedale fiorentino di Careggi. Lo ha comunicato il comandante provinciale dell'Arma, il colonnello Corrado Scattaretico: «Sta bene e ha ringraziato la polizia e i carabinieri per le indagini tempestive che hanno permesso di identificare, grazie a un video, tutte le persone che lo hanno pestato, e in particolare i tre uomini che lo hanno picchiato in modo indegno e senza ritegno. Presto verrà a Piacenza per visitare la città: lo abbiamo invitato a cena perché possa avere un ricordo positivo della nostra Piacenza»

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Inviteremo il brigadiere ferito a Piacenza perché abbia un buon ricordo della nostra città»

IlPiacenza è in caricamento