Invito da “La Ricerca” ai giovani: al mare con noi per fare volontariato

I volontari “PaCe” (Persona al Centro) dell’associazione “La Ricerca” invitano ragazzi e ragazze a provare a vivere un’esperienza nuova e molto speciale: condividere una vacanza con persone svantaggiate

I volontari “PaCe” (Persona al Centro) dell’associazione “La Ricerca” invitano ragazzi e ragazze a provare a vivere un’esperienza nuova e molto speciale: condividere una vacanza con persone svantaggiate. La partecipazione è gratuita e comprende  l’opportunità di frequentare un percorso formativo. Il progetto è nato con il duplice intento di arricchire e migliorare, da un lato, le condizioni di vita di persone per le quali anche una semplice vacanza al mare è diventata impraticabile (donne-madri in difficoltà o vittime di violenza che stanno compiendo un percorso di “rinascita” con i propri bambini), persone malate in condizioni di fragilità e dall’altro, di proporre, principalmente ai giovani, tra i 18 e i 26 anni, la conoscenza di due realtà di accoglienza e cura del territorio: le comunità “Luna Stellata-Stella del mattino” e la casa per malati di aids “Don Venturini. Per capire bene l’impegno richiesto gli interessati sono invitati  nel pomeriggio di  giovedì 12 maggio presso la sede del Centro di solidarietà in Stradone Farnese 96, dove dalle 18,30 alle 20 dove operatori e volontari che coordinano il singolare Dopo l’incontro informativo di giovedì, inizierà il percorso formativo vero e proprio: venerdì 20 maggio alle 18,30 primo incontro nella casa accoglienza “Don Venturini” (strada Agazzana, 68, località “La Pellegrina”) per una festa insieme agli ospiti e a tanti altri giovani che lì già fanno volontariato; mercoledì 1 giugno, dalle 18,30 alle 20, in Stradone Farnese, 96 – sede del Centro “La Ricerca-PaCe” – confronto su solitudine, pregiudizio, solidarietà; lunedì 6 giugno, sempre dalle 18,30 alle 20, presso le comunità “Luna Stellata” e “Stella del Mattino” (Via Bubba, 20 , località “La Magnana”),  aperitivo insieme alle mamme e ai bambini.

L’iniziativa è finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e promosso dall’associazione “P.a.Ce”,in collaborazione con  “La Ricerca onlus. Da vent’anni, l’associazione “P.a.Ce”, mette al centro la persona. Promuove la dignità dell’uomo e la solidarietà con le persone che si trovano in stato di povertà e di disagio sociale. Svolge la sua attività sociale prevalentemente sul territorio della provincia di Piacenza. E’ nata e continua ad agire per realizzare iniziative ed attività dirette all’assistenza morale e materiale, al recupero, al reinserimento lavorativo, alla promozione umana e alla integrazione sociale delle persone svantaggiate e dei loro familiari; attività di sensibilizzazione, iniziative culturali e progetti di prevenzione del disagio sociale; sostiene inoltre attività di prevenzione, di accoglienza e di recupero di persone svantaggiate.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento