← Tutte le segnalazioni

«Iren ha svenduto la rete in fibra ottica a British Telecom»

Redazione

«Notizia fresca di questi giorni, passata quasi inosservata: Iren ha (s)venduto la rete in fibra ottica di Parma, Reggio e Piacenza a British Telecom. Quella rete, lunga 1520 chilometri, che a suo tempo è stata finanziata anche con soldi pubblici, e che ora si ritiene valga 4 milioni, ovviamente entrati nelle casse di Iren e sue controllate. La rete in fibra ottica è il futuro per le connessioni in rete ed è proprio quella su cui il Renzi dice di voler puntare per il progresso del nostro Paese. Non c'è che dire, complimenti per la lungimiranza. Se uniamo a questa notizia le varie scandalose buonuscite milionarie dei manager della multiutility, gli aumenti in bolletta e la ferma volontà di mantenere a massimo regime l'inceneritore sostituendo l'indifferenziato domestico che è in calo con rifiuti speciali extra-provinciali fino alle 120 mila tonnellate annue, ci accorgeremmo che questa azienda, una volta a maggioranza pubblica (mentre ora i Comuni svendono quote per fare cassa), guarda solo al proprio profitto e lascia le briciole ai cittadini.

Altro esempio: una delibera recente del 21 Marzo in Atersir (assemblea dei sindaci dei Comuni del piacentino) specifica gli investimenti fatti nel 2014, dei 13 milioni previsti per gli interventi nel settore idrico ne sono stati impiegati 12, manca un milioncino... ma non importa, il documento si approva lo stesso (29 favorevoli e 1 astenuto). Sono curioso di sapere come andrà la riunione prossima, il 22 Aprile, sul piano finanziario dei rifiuti. Non capisco infatti il comportamento dei nostri amministratori, non dovrebbero stare dalla parte dei loro cittadini? Va sempre bene tutto? Non fanno mai nessun rilievo a questo colosso nato con i nostri soldi?».

Andrea Maserati (Podenzano)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Tutto silenziato come al solito

  • grazie Andrea, condivido il tuo sdegno

Segnalazioni popolari

Torna su
IlPiacenza è in caricamento