menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Irrealistico pensare di costruire il ponte definitivo in tempi rapidi, servono 14 mesi»

Il ministro dei trasporti De Micheli in prefettura agli amministratori: «Il ponte definitivo soggetto a vincoli che richiedono più tempo. Con il provvisorio dalla primavera garantiamo la viabilità». A Conte indicherà il nome del commissario alla Statale 45

«Il progetto per il ponte provvisorio è già pronto. Abbiamo già fatto esperienze di questo tipo in altre zone d’Italia, questa è la soluzione migliore». Il ministro dei trasporti Paola De Micheli ha illustrato ai sindaci, ai parlamentari, ai consiglieri regionali cosa intende fare Anas per risolvere il problema della Paola De Micheli-36viabilità in Alta Valtrebbia, dopo il crollo di ponte Lenzino.

«In questo modo, con il ponte provvisorio, riusciamo a garantire l’accessibilità della Valtrebbia già dalla prossima primavera. Avvieremo subito le procedure per la realizzazione del ponte provvisorio, che avrà tempi autorizzativi brevi. I lavori saranno realizzati in un periodo di piogge, per questo motivo è stato fissato in sei mesi il tempo di consegna. Contiamo di metterci anche meno se il tempo lo permetterà».

Perché non realizzare da subito un ponte definitivo? «C’è un vincolo molto stretto del Ministero dei Beni culturali e della Soprintendenza – fa sapere De Micheli -. Abbiamo già svolto alcune riunioni con la Soprintendenza di Parma, martedì il ministro Dario Franceschini manderà il direttore generale del Ministero con il sovrintendente a ponte Lenzino per un sopralluogo. Dopo di che, organizzeremo una riunione tecnica tra noi, Anas e il ministero, per un progetto del ponte definitivo che tenga conto di questi vincoli». Vincoli, ovvero tempi più lunghi che cozzano con l’interesse della valle. «Lenzino è un ponte dei primi del ‘900, ci sono vincoli stringenti. Un progetto fatto in maniera coerente prevede un tempo di realizzazione stimato in 14 mesi».

LE CRITICHE ALL’IDEA DEL PONTE PROVVISORIO

«So che a Piacenza e in Valtrebbia – ha detto De Micheli - ci sono molte perplessità sul ponte provvisorio. Si sappia che abbiamo già fatto esperienze di questo tipo in altre zone del Paese. Ricostruire un ponte soggetto a vincolo, in una zona posta sotto sequestro (per le indagini) è un’ipotesi irrealistica. Per alcune opere le autorizzazioni hanno tempi più lunghi che i cantieri stessi. Per garantire che dalla primavera prossima si possa passare sulla Statale 45 è necessario realizzare un provvisorio».

ponte Lenzino-5

IL COMMISSARIO ALLA STATALE 45

Come già detto si ricorrerà al commissariamento della Statale 45 e di Ponte Lenzino. Per questa procedura occorrerà un mese-un mese e mezzo per i tempi tecnici. Anas si occuperà soltanto in questa fase del ponte provvisorio. De Micheli sembra avere già in tasca il nome del possibile commissario. Chi potrebbe essere? «Ne parlerò con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – risponde il ministro - la proposta a farò io a Giuseppe Conte. Per rispetto del presidente, finché non l’ho comunicato a lui, non lo dico».

Il ministro fa sapere che con il commissario si penserà a come intervenire sulla Statale 45. «Sicuramente nel tratto Rivergaro-Cernusca (intervento già finanziato da tempo), ma ci sono altre priorità che valuteremo d’accordo con il commissario».

PERCHE’ COSI’ TANTI RITARDI SULLE OPERE PER LA STATALE 45?

Alla domanda prova a rispondere il ministro. «Ci sono problemi oggettivi e soggettivi – precisa De Micheli - che hanno causato questi ritardi nel corso degli anni. I primi sono legati al fatto che il percorso della strada attraversa uno dei luoghi più belli dell’Emilia-Romagna. Il tema della paesaggistica e della presenza di opere storiche è un ostacolo oggettivo alla celerità degli interventi. Poi credo che sulla Statale 45, almeno sul fronte piacentino, ci siano stati momenti in cui negli anni si è sottovalutata la pericolosità della strada».

ponte Lenzino-7

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento