L'Arma compie 204 anni. Scattaretico: «Obiettivi raggiunti. Novecento persone arrestate in tre anni»

Il comandante provinciale: «Questi risultati sono stati resi possibili dall’abnegazione e la professionalità di tutti i carabinieri che svolgono servizio nella provincia e che orgogliosi della loro missione oggi ricevono la gratitudine e la fiducia dei cittadini». Alla caserma di viale Beverora la cerimonia per il 204esimo anniversario dell'Arma

Un momento della cerimonia (Foto Gatti)

«Questo terzo anno a Piacenza è stato particolarmente impegnativo, coinvolgente e ricco di emozioni e soddisfazioni indimenticabili, in sintesi posso affermare che si sono raggiunti quasi tutti gli obiettivi che mi ero proposto al mio arrivo», ha dichiarato il comandante provinciale dell'Arma il colonnello Corrado Scattaretico durante la cerimonia per il 204esimo anniversario della Fondazione dell'Arma. La cerimonia ha avuto luogo, come sempre, nel cortile della caserma Paride Biselli, nella mattinata del 5 giugno. Negli ultimi dodici mesi i carabinieri hanno effetutato 368 arresti (più di uno al giorno), quasi 2mila denunce, facendo registrare la riduzione del 15% dei reati predatori rispetto all’anno precedente. Nel complesso negli ultimi 3 anni sono state tratte in arresto circa 900 persone, denunciate oltre 5500, sequestrati 600 chili di stupefacente e si è registrata la riduzione dei reati predatori di circa il 40% rispetto al 2015.

carabinieri festa 2018-2«Questi risultati - ha proseguito il comandante - sono stati resi possibili dall’abnegazione e la professionalità di tutti i carabinieri che svolgono servizio nella provincia e che orgogliosi della loro missione oggi ricevono la gratitudine e la fiducia da parte dei cittadini, in un circolo virtuoso che li spinge a dare sempre più il meglio di sé.  Io mi auguro che questo felice connubio tra cittadini e carabinieri continui ancora a lungo e ci consenta di migliorare sempre più la sicurezza di questo territorio, anche attraverso la corretta percezione dei fenomeni criminali, che qui vengono investigati e scoperti». «In conclusione - ha dichiarato Scattaretico, per lui l'ultima festa a Piacenza - spero di essere riuscito con il mio impegno a ripagare almeno in parte la fiducia che hanno riposto in me i cittadini ed i miei collaboratori, ai quali mi sento legato da vincolo che definirei familiare, grazie ragazzi per la vostra fedeltà, la vostra professionalità e per tutti i sacrifici che avete affrontato insieme alle vostre famiglie per far si che il servizio ai cittadini fosse sempre assicurato al meglio, anche rinunciando al doveroso riposo ed alle ferie, ve ne sarò sempre grato. Carabinieri di Piacenza, sono fiero e orgoglioso di essere il vostro comandante e sono sicuro che il vostro impegno rimarrà immutato negli anni.» La cerimonia si è poi conclusa con la consegne di ricompense ai carabinieri del Comando provinciale di Piacenza che si sono particolarmente distinti in delicate ed importanti operazioni di servizio: QUI L'ELENCO E LE MOTIVAZIONI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento