L'Associazione Finanzieri presidierà la Passerini per un anno, l'accordo con il Comune

Protocollo d'intesa tra il Comune e l'Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia e per un'attività di osservazione nella sede centrale della biblioteca Passerini Landi in via Carducci. La firma nel pomeriggio del 5 ottobre

Protocollo d'intesa tra il Comune e l'Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia e per un'attività di osservazione nella sede centrale della biblioteca Passerini Landi in via Carducci. La firma nel pomeriggio del 5 ottobre. 

"La Biblioteca Comunale Passerini Landi, biblioteca di conservazione e di pubblica lettura, è un'istituzione al servizio dei cittadini con il compito primario di offrire risorse e servizi per soddisfare le esigenze individuali e collettive d’istruzione, informazione e sviluppo personale, compreso lo svago e l’impiego del tempo libero. Il ruolo attivo della Biblioteca, se da un lato ha prodotto risultati di rilievo in termini di presenze e qualità, dall'altro, ha anche favorito l'emergere di alcuni aspetti negativi sul piano del rispetto delle regole e di un corretto uso degli spazi. La Biblioteca ha un’utenza complessiva formata da un pubblico eterogeneo, ragazzi, studenti, pensionati e occupati a vario titolo nel mondo del lavoro, e tra i frequentatori assidui vi sono persone in stato di disagio personale e sociale, con o senza fissa dimora, che permangono a lungo nei locali della biblioteca utilizzando impropriamente i servizi igienici e disturbando, talvolta, la normale attività quotidiana", si legge nel protocollo condiviso. "La presenza di un servizio di osservazione in biblioteca ha lo scopo, in particolare, di presidiare i locali, di far rispettare le regole di convivenza civile, di funzionare da elemento deterrente al fine di impedire il verificarsi degli episodi più spiacevoli, di far presente le situazioni potenzialmente rischiose alla Direzione della biblioteca e/o chiedendo l'intervento delle  autorità preposte all'ordine pubblico", continua. 

Per questi motivi la "Sezione Provinciale di Piacenza dell'Associazione Nazionale Finanzieri si impegna a effettuare due passaggi nella biblioteca centrale in via Carducci durante il giorno, ad orari e intervalli non regolari, nel periodo settembre-giugno, al fine di  disincentivare i comportamenti anomali e potenzialmente rischiosi per i presenti, favorire il rispetto delle regole della convivenza civile e della regole stabilite dalla Biblioteca tramite il Regolamento e la Carta dei servizi, far presente alla Direzione della Biblioteca ed eventualmente alle forze dell'ordine le situazioni maggiormente rischiose per il benessere e l'incolumità dei presenti, sollecitare il silenzio e un comportamento corretto laddove necessario. Inoltre si metterebbe a disposizione un addetto di provata esperienza, con competenze relazionali. Il Comune di Piacenza invece si impegna ad assicurare un'attività di informazione e formazione degli addetti all’osservazione dei locali e degli spazi al pubblico, a cura dei bibliotecari e a supportare l'attività degli addetti Anfi mettendo loro a disposizione strumenti adeguati durante il periodo di attività"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento