menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Ecce Homo visto da 22 artisti: la mostra all'Alberoni

Da domenica 13 dicembre alla Galleria Alberoni aperta al pubblico la mostra collettiva "Ecce Homo. Immagini da Antonello. Artisti contemporanei a confronto". Ognuno dei 22 artisti coinvolti si è messo in gioco realizzando due opere

Sono davvero tanti gli spunti racchiusi nella mostra collettiva "Ecce Homo. Immagini da Antonello. Artisti contemporanei a confronto", presentata nella mattinata di venerdi 4 dicembre nella biblioteca monumentale del Collegio Alberoni. Arte, ovviamente, teologia e filosofia, ma anche tecnologia e un corposo progetto di valorizzazione del nostro territorio in questo 2015 caratterizzato da Expo prima e dall'apertura dell'Anno Santo ora. La mostra, che sarà inaugurata domenica 13 dicembre prossimo, è stata presentata da Giorgio Braghieri, presidente dell'Opera Pia Alberoni, Francesco Centenari dello Studio Centenari, Tiziana Albasi, assessore alla Cultura del Comune, Claudio Cerritelli, critico e storico dell'Accademia delle Belle Arti di Brera, Carlo Michelotti di Banca Generali e Marco Boeri di UltraviolettApp. "Si tratta di un evento di grande importanza per noi - ha spiegato Braghieri - perché per la prima volta un folto gruppo di artisti contemporanei affronta in chiave moderna uno dei capolavori assoluti dell'arte italiana in generale e piacentina in particolare: l'Ecce Homo di Antonello. "E' sicuramente una grande sfida per i 22 artisti coinvolti, lanciata da Franco Centenari come momento di approfondimento artistico, teologico e filosofico in coincidenza con il Giubileo che comincerà l'8 dicembre".

IMG_5310-3L'esposizione, curata dal professor Cerritelli, rimarrà allestita nelle sale adiacenti la galleria degli Arazzi fino al lunedì di Pasqua, 28 marzo 2016. Ognuno degli artisti coinvolti (Giancarlo Bargoni, Franco Corradini, Mauro Fornari, Paolo Pagani e William Xerra, Sandro Cabrini, Ennio Calabria, Michele Canzoneri, Roberto Casiraghi, Giulio Catelli, Mino Ceretti, Attilio Forgioli, Giovanna Fra, Marco Luzi, Sandro Martini, Franco Pedrina, Giuseppe Pugliesi, Mario Raciti, Ruggero Savinio, Piero Zuccaro, Fujio Nishida e Nes Lerpa) ha realizzato due opere, per un totale di 44 che sono state raccolte in una pubblicazione a cura dello stesso Cerritelli.


L'inaugurazione della mostra è in programma per il 13 dicembre alle 17, ed eccezionalmente per tutta la durata dell'esposizione il Collegio Alberoni resterà aperto al pubblico non piu solo alla domenica, ma già a partire dal giovedì, sia con visite libere che con tour guidati che comprenderanno anche la biblioteca e le altre meraviglie del Collegio piacentino. Una grande novità è senza dubbio costituita dalla possibilità di visitare la mostra e conoscere dettagli in più sulle opere e sugli autori grazie all'utilizzo di un'applicazione per smartphone e tablet implementata da UltraviolettApp. Basta scaricare gratuitamente l'applicazione "Piacenza", e seguire un itinerario programmato in tre punti di interesse che introduce e guida alla visione delle 44 opere in mostra. L'applicazione prevede inoltre circa 40 punti di illustrazione della storia e del patrimonio alberoniano.
Main sponsor della mostra è Banca Generali.

IMG_5315-2 IMG_5314-2 IMG_5316-2


L'esposizione resterà aperta al pubblico il giovedi, venerdì e sabato pomeriggio dalle 15 alle 18. Alle 16 e alle 17 saranno organizzate visite guidate attraverso la mostra, la galleria e il Collegio. La domenica apertura 15-18 con visita guidata alle 16. Per quanto riguarda i biglietti, l'ingresso alla sola mostra ha il costo di 2,50 euro, ingresso e visita alla Galleria a 4,50 euro e percorsi guidati a 6 euro. Sono previsti inoltre 4 interessanti eventi collaterali in calendario domenica 31 gennaio alle 17 ("Ecco l'Uomo. Conversazioni in mostra" Claudio Cerritelli dialoga con alcuni artisti), giovedi 25 febbraio alle 20.45("La Misericordia di Dio nell'Arte. Percorso meditativo da Antonello a Caravaggio", intervento di Roberto Filippetti), sabato 5 marzo alle 21 ("Da Brahms a Rachmaninov", concerto pianistico di Sabrina Lanzi) e giovedì 17 marzo alle 21 ("Gesù, volto misericordioso del Padre". Intervento di monsignor Pierangelo Sequeri).

IMG_5317-2 IMG_5318-2-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento