rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

La clinica Belvedere ospiterà pazienti che richiedono assistenza infermieristica

Il progetto di recupero della struttura per trasformarla in “ospedale di comunità” e “casa di comunità” compreso nei fondi del Pnrr

L’ex clinica Belvedere, di proprietà dell’Ausl di Piacenza, abbandonata da anni, diventerà un ospedale di comunità e una casa di comunità. Il progetto di recupero della struttura di via Gadolini, da 3,4 milioni di euro, è compreso tra gli investimenti del Pnrr per la sanità piacentina. «L’Ausl voleva concentrare anche la centrale operativa territoriale all’interno di questa struttura – ha spiegato la neo direttrice generale dell’Ausl, Giuliana Bensa, chiamata a sostituire Luca Baldino - poi è stata esclusa questa possibilità. Non riusciremmo a stare dentro ai tempi di costruzione. Entro giugno 2024 tutti i progetti del Pnrr dovrebbero essere conclusi e operativi».

Così diventerà, entro quella scadenza, un ospedale di comunità e una casa di comunità per Piacenza. «C’è molta confusione anche tra gli addetti ai lavori sui target di queste strutture. Un ospedale di comunità è un luogo ideale per i ricoveri che richiedono un’assistenza infermieristica. Pazienti non critici, ma affetti da patologie croniche. Non necessariamente sarà rivolto solo agli anziani. La presenza del medico è prevista per quattro ore al giorno in questa struttura, il coordinamento sarà soprattutto infermieristico», ha specificato la dottoressa Bensa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La clinica Belvedere ospiterà pazienti che richiedono assistenza infermieristica

IlPiacenza è in caricamento