rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Solidarietà

La Cri di Piacenza in aiuto di una famiglia ucraina fuggita dalla guerra

Alla sede di viale Malta ha bussato alla porta della Croce Rossa un ragazzo di 16 anni disabile proveniente dalla zona di guerra dell'Ucraina e che, assieme alla nonna, è fuggito nella giornata di domenica

Nel pomeriggio di giovedì 3 marzo ha bussato alla porta della Croce Rossa di Piacenza un ragazzo di 16 anni disabile proveniente dalla zona di guerra dell'Ucraina e che, assieme alla nonna, è fuggito nella giornata di domenica. Entrambi sono stati accompagnati nella sede di viale Malta da un loro connazionale che risiede a Castel San Giovanni e che sta collaborando volontariamente per far da tramite con i profughi di sua conoscenza.  L’anziana donna e il nipote hanno raggiunto nei giorni scorsi la mamma del bambino - figlia della donna anziana - che fa la badante presso una famiglia di San Giorgio Piacentino.  

Non potendo restare a casa di coloro che la signora ucraina assiste, hanno chiesto aiuto per reperire un alloggio ai Volontari e alle Crocerossine di CRI Piacenza che, coordinati dal delegato alle attività di emergenza Michele Gorrini con l’ausilio del presidente Alessandro Guidotti, si sono immediatamente attivati.

Dapprima è stata fornita loro tutta l'assistenza necessaria e offertogli generi di prima necessità. Poi, consultata l'AUSL, i volontari hanno condotto le due persone in una farmacia per eseguire il tampone per COVID e di seguito, per il tramite della Prefettura e in collaborazione con la Caritas, si sta cercando di trovare una soluzione. Oggi dovrebbero ricevere un alloggio temporaneo dove rimanere. 

Famiglia Ucraina e CRI PC 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cri di Piacenza in aiuto di una famiglia ucraina fuggita dalla guerra

IlPiacenza è in caricamento