menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La giornata internazionale della donna celebrata in Provincia

Martedì 8 marzo 2016, presso la Sala del Consiglio provinciale, si è celebrata la festa della donna, con l'incontro “Yoga della risata e “Bodyliving® al lavoro: due ipotesi di welness aziendale per le donne"

Martedì 8 marzo 2016, presso la Sala del Consiglio provinciale, si è celebrata la festa della donna, con l'incontro “Yoga della risata e “Bodyliving® al lavoro: due ipotesi di welness aziendale per le donne.”

“L'evento di ieri” spiega la consigliera Zanardi “è stato organizzato per divulgare due metodi distinti ma complementari, finalizzati alla cura della persona e al miglioramento dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni, con uno sguardo particolare all'universo femminile. Sono molto soddisfatta della partecipazione attenta ed attiva da parte del pubblico, prevalentemente femminile. Avevo già avuto l'onore di presenziare alla presentazione del metodo Bodyliving presso Expo e, ieri come allora, ne sono rimasta positivamente colpita, soprattutto per gli evidenti effetti benefici che comporta. La sessione dello Yoga della risata è stata un'esperienza unica per la salute e soprattutto per lo spirito, vedere tante donne, di ogni generazione, sorridere insieme, tra l'altro nel contesto istituzionale, e a tratti austero, della sala consiglio, è stato il giusto messaggio positivo da lanciare in occasione della festa della donna”.

L'evento si è aperto con i saluti della Consigliera delegata alle pari opportunità – Avv. Gloria Zanardi - della Consigliera di Parità – Avv. Rosarita Mannina - e di Sabrina Silva – vicepresidente della Consulta delle Elette, seguito dalla proiezione del video “body living”, vincitore del premio visibilità presso We Woman for Expo. 

Il video è stato accompagnato dalle spiegazioni di Sara Brugnoni – Pres. APID gruppo donne imprenditrici CONFAPI Piacenza - e da Maria Antonia Lusenti – fisioterapista - evidenziando che  l'obiettivo principale del progetto è stato quello di addivenire all'elaborazione e alla sperimentazione di un metodo finalizzato alla prevenzione delle malattie professionali causate da disturbi muscolo-scheletrici e da problematiche connesse ad un'errata postura nello svolgimento dell'attività impiegatizia “da scrivania”, in particolare quella legata all'uso dei videoterminali”. I risultati del progetto sono stati: costruire una cultura della prevenzione facendo esperienza della propria corporeità e trovando soluzioni ergonomiche nel contesto lavorativo; sperimentare un metodo comportamentale di gestione della postura e rilassamento muscolare e, infine, prevenire le sindromi legate ai comportanti correlati allo svolgimento di una mansione lavorativa ripetuta nel tempo.

Il secondo momento è stato dedicato allo yoga della risata, introdotto da varie aziende di tutto il mondo, e i dirigenti delle compagnie hanno trovato che può avere una profonda influenza sulle loro attività, facendo anche aumentare la produttività aziendale e le performances dei rispettivi dipendenti in quanto capace di agire su molti ambiti utili in azienda.

Grazie all’introduzione di sessioni di Yoga della Risata per il personale, le aziende hanno riscontrato un ambiente di lavoro più sereno, un miglioramento dell’efficienza, una migliore comunicazione interpersonale, un aumento della creatività,  un miglioramento del team-working, un aumento della produttività e delle vendite, una diminuzione dell’assenteismo per malattia o per altre ragioni.

Questo momento è stato molto apprezzato, grazie alla forza coinvolgente di Maria Ferraro – teacher trainer laugheter yoga - e si è aperto con una  presentazione di cosa succede nel nostro cervello quando ridiamo, di come la risata impatta sul sistema limbico e cosa significa questo per la salute mentale.

l Dr. Williams Fry dell’ Università di Stanford ha provato che 10 minuti di risata “di pancia” (addominale o diaframmatica) equivalgono a 30 minuti di vogatore. Questo non è dovuto da un movimento muscolare, ma da un movimento polmonare. Lo scopo di tutti gli esercizi aerobici è quello di stimolare il ritmo cardiaco, aumentare la circolazione del sangue, fornire ossigeno e rimuovere i prodotti di scarto, le cosiddette tossine. Se si effettuano 10 minuti di esercizi di risata si ottengono gli stessi benefici di una corsa di 30 minuti. Questo dovrebbe farci riflettere sulle due delle cause più comuni della malattia che sono causate da un’alimentazione errata e dall’insufficiente esercizio fisico, che peggiorano le condizioni del cuore, causano ipertensione, diabete e molte altre malattie connesse. Le persone che lavorano sono molto impegnate e non hanno tempo per esercitarsi. La serata si è conclusa con esercizi di respirazione e tante risate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento