menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La moglie cambia canale in tv e lui la minaccia col coltello, patteggia

Pena di due anni per un 53enne che aggredì la donna durante il lockdown. E’ stato il primo processo a distanza

Era stato protagonista del primo processo a distanza, a causa dell’epidemia, perché aveva minacciato la moglie con un coltello: la donna gli aveva cambiato il canale della tv. Forse, erano i primi effetti del lockdown che avevano esasperato molte convivenze. L’uomo, il 14 settembre, ha patteggiato - davanti al giudice per l’udienza preliminare,  Fiammetta Modica, e al pm Antonio Colonna - la pena di due anni ed è tornato in libertà. La sospensione della pena, inoltre, ha fatto anche venire meno il divieto di avvicinamento. L’uomo, assistito dall’avvocato Angelo Rovegno, aveva risarcito la moglie. Il 53enne, originario dell’Ecuador e con cittadinanza italiana, era stato arrestato dai carabinieri di San Giorgio il 3 aprile. La moglie aveva telefonato al 112 dicendo che il marito voleva aggredirla ed era armato di coltello. Dalle indagini era emerso che si trattava di una convivenza difficile e di un rapporto teso. Il figlio della coppia aveva fermato il padre, mentre la madre usciva in strada per telefonare ai carabinieri. I militari lo avevano trovato in casa, davanti alla tv. Per lui erano scattate le manette - era un codice rosso - con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. L’udienza di convalida si svolse da remoto e fu quella la prima volta del processo a distanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento