menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto Mauro Del Papa)

(Foto Mauro Del Papa)

«La Polizia municipale non è soltanto multe e repressione, ma anche vicinanza alla gente»

San Sebastiano, Dosi incontra gli agenti: «Come presidente Fisu sostengo la richiesta del bonus per le forze di polizia»

«Come presidente del Forum italiano della Sicurezza urbana ho chiesto in questi giorni a tutti i comuni che aderiscono, di sostenere la proposta sindacale per l’erogazione dell’indennità di 960 euro annui previsti dall’articolo 1 della legge di stabilità 2016, da riconoscere al personale delle forze di polizia per l’impegno profuso al fine di fronteggiare le eccezionali esigenze di sicurezza nazionale». 
Lo ha affermato il sindaco Paolo Dosi nel suo discorso in occasione della festa di San Sebastiano, patrono del corpo di Polizia municipale, che si è tenuta nella sala Colonne della Curia la mattina del 20 gennaio. Il sindaco ha così dato risposta a una precisa richiesta che nei giorni scorsi era arrivata ufficialmente anche dal sindacato di categoria Sulpl di Piacenza.
«Convinto della fondatezza di tale motivazione sostenuta dalla componente sindacale, ho ritenuto di sostenere in maniera ampia l’attribuzione di questo bonus anche agli appartenenti dei corpi di polizia locale, pur tenendo in considerazione che vi sono aspetti finanziari e contrattuali che esulano dalle competenze specifiche degli enti locali».

«Quello della polizia municipale - ha detto Dosi nel suo discorso - è un lavoro complesso, che non si esprime soltanto in sanzioni e controllo del territorio, ma anche nel concetto di prossimità. La Municipale ha un compito di fondamentale importanza che non si esaurisce nella funzione repressiva o sanzionatoria, ma riguarda la quotidiana vicinanza alla popolazione, la capacità di ascolto e di aiuto in cui si traduce l’ideale di prossimità che è alla base della sua funzione».

Passando a illustrare alcuni dati del bilancio operativo del comando di via Rogerio nel 2015, Dosi ha sottolineato le 74mila 900 violazioni al Codice della strada accertate in 12 mesi, oltre un terzo delle quali per circolazione e soste vietate all’interno del centro abitato, 700 per mancata copertura assicurativa o revisione, 2100 auto rimosse da fermate dei bus, marciapiedi, spazi invalidi. 

«Molto importante - ha spiegato - l’attività di educazione delle nuove generazioni con 3825 studenti che gli agenti hanno incontrato per insegnare cosa significhi muoversi oggi per le strade con responsabilità. Come sindaco non posso trascurare le difficoltà oggettive che derivano dalla carenza di personale a fronte di 4902 chiamate alla centrale operativa soprattutto per incidenti stradali». 

In evidenza anche l’attività di pronto intervento e sicurezza urbana del reparto Motociclisti con più di 5mila veicoli controllati e 100 posti di controllo specifici. Ancora, «le verifiche sul traffico, i rifiuti, l’occupazione abusiva di aree demaniali e lo sfruttamento della prostituzione contrastato dalla sezione di Polizia giudiziaria, oltre alle tematiche sociali e ambientali seguite con assiduo impegno nella tutela degli spazi urbani e il controllo di parchi, giardini pubblici e aree verdi». 
Infine Dosi ha evidenziato «l’opera di solidarietà in occasione della recente alluvione».

Al termine sono stati conferiti gli encomi agli agenti della polizia municipale che si sono distinti particolarmente nel corso del loro servizio.

ECCO QUI TUTTI I PREMIATI

I DATI DEL BILANCIO OEPRATIVO DEL 2015

Schermata 2016-01-20 alle 12.43.21-2 Schermata 2016-01-20 alle 12.44.46-2 Schermata 2016-01-20 alle 12.44.36-2 Schermata 2016-01-20 alle 12.43.21-2 Schermata 2016-01-20 alle 12.46.05-2 Schermata 2016-01-20 alle 12.45.23-2 Schermata 2016-01-20 alle 12.45.44-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento