La Polizia Municipale si rinforza, arrivano in dotazione gli spray anti-aggressione

Il Comune di Piacenza con 3900 euro di spesa acquista i kit per dotare il corpo di polizia locale dei dispositivi spray al peperoncino che causano irritazione immediata

L’Amministrazione Barbieri ha intenzione di acquistare una serie di dispositivi spray antiaggressione per la Polizia Municipale del capoluogo. Lo ha deciso con una determina, dando così concretezza a uno dei punti salienti del suo programma elettorale dedicato alla sicurezza. In particolare il Comune di Piacenza si doterà di 120 dispositivi, 5 cartucce di ricarica, 30 ricariche inerti (per l’addestramento del personale) e 40 kit di decontaminazione (un flacone di soluzione salina da 500 ml) attraverso Consip, il mercato elettronico della Pubblica Polizia Municipale-18Amministrazione. La spesa complessiva sarà di 3.915 euro (Iva inclusa): fornirà questo materiale la ditta “Mad Max Co. Italia Srl”. I 120 dispositivi spray antiaggressione acquistati sono specifici per le forze dell’ordine. Lo spray è costituito da un corpo in materiale polimerico di colore bianco o nero, con una impugnatura ergonomica antiscivolo, dotato di un sistema per il blocco dell’innesto accidentale e una clip metallica per agganciare il dispositivo al cinturone. Lo spray consente di nebulizzare una miscela irritante a base di “oleoresin capsicum” (al peperoncino) con un’erogazione di getto continuo e costante. Lo spray al peperoncino causa essenzialmente infiammazione, ed agisce in particolare sugli occhi e sulle mucose, quali quelle della bocca. Tra gli effetti immediati, bruciore, tosse e lacrimazione. Queste sue proprietà lo rendono molto utilizzato nella difesa personale, commercializzato in piccole bombolette spray: si tratta di uno strumento di difesa e offesa in più, in caso di collutazione o pericolo, per gli agenti della polizia municipale di Piacenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento