Cronaca

La Prefettura chiede aiuto ad alberghi e ostelli: «Accogliete i profughi che potrebbero arrivare»

La prefettura di Piacenza non riesce più, al momento, a fare fronte all'arrivo di ulteriori profughi e chiede aiuto. In particolare, in una nota ufficiale del palazzo del Governo, si lancia un appello a privati gestori di alberghi, agriturismi, ostelli e strutture di accoglienza in generale, affinché si rendano disponibili a contrattare direttamente con via San Giovanni un accordo per fornire posti ai prossimi migranti che il ministero potrebbe a breve destinare a Piacenza

(Reperotrio)

La prefettura di Piacenza non riesce più, al momento, a fare fronte all’arrivo di ulteriori profughi e chiede aiuto. In particolare, in una nota ufficiale del palazzo del Governo, si lancia un appello a privati gestori di alberghi, agriturismi, ostelli e strutture di accoglienza in generale, affinché si rendano disponibili a contrattare direttamente con via San Giovanni un accordo per fornire posti ai prossimi migranti che il ministero potrebbe a breve destinare a Piacenza.
«Come è noto - si legge nel documento - anche il territorio di questa provincia è stato finora interessato dall’assegnazione da parte del Ministero dell’Interno di migranti richiedenti protezione internazionale che sono stati accolti in parte in strutture del privato sociale e, in parte, presso strutture ricettive private, a seguito di regolare gara espletata la scorsa estate. Al riguardo – in attesa della predisposizione, in corso, degli atti per una nuova gara – si rende necessario, intanto, dover ricorrere, per un tempo limitato, anche a forme di contrattazione diretta con soggetti disponibili, al fine di garantire, oltre a quelli attuali, già assegnati a diversi organismi Gestori, ulteriori posti di accoglienza idonei a fronteggiare i possibili prefigurati nuovi arrivi di migranti nell’ambito di questa provincia ed assicurare una più equa distribuzione sull’intero territorio provinciale»

Prosegue la nota: «Si invitano pertanto i responsabili di organismi del privato sociale ed i titolari di strutture ricettive private (alberghi, agriturismi, ostelli, etc) a manifestare il proprio interesse ad ospitare cittadini stranieri, con le modalità indicate nello schema di massima di convenzione, da stipularsi con questa Prefettura-UTG, il cui testo è consultabile scaricando l'allegato dal sito web https://www.prefettura.it/piacenza/multidip/index.htm (schema di convenzione accoglienza migranti). I soggetti interessati potranno presentare la propria manifestazione di interesse ad uno dei seguenti indirizzi:
ammincontabile.prefpc@pec.interno.it; ammincontabile.pref_piacenza@interno.it».

«Rispetto alle manifestazioni di interesse che perverranno, la Prefettura si riserva di valutare il possesso dei requisiti previsti dalla legge (Dlgs 163/2006 e DPR 207/2010) ai fini dell’affidamento del servizio in parola. Per eventuali informazioni e/o chiarimenti è possibile contattare, per gli aspetti relativi alle modalità dell’accoglienza, la Dr.ssa De Francesco (0523/397449 -  roberta.defrancesco@pec.interno.it), mentre per gli aspetti contrattuali, il dr. Chirico (0523/397434 – donato.chirico@interno.it)».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Prefettura chiede aiuto ad alberghi e ostelli: «Accogliete i profughi che potrebbero arrivare»

IlPiacenza è in caricamento