Ladri vandali nell'oratorio della Santissima Trinità, sul pavimento anche escrementi

Terza incursione nel giro di pochi mesi per la parrocchia di viale Dante. Il parroco: «Un accanimento nei nostri confronti»

La parrocchia della Santissima Trinità

Ancora un atto di vandalismo nella parrocchia piacentina della Santissima Trinità. Nella notte fra venerdì 10 e sabato 11 novembre qualcuno si è introdotto nell'oratorio di fianco alla chiesa di viale Dante, prendendo di mira la cucina al piano terra. Si tratta del terzo caso nel giro di breve tempo: «Le altre due volte era stato preso di mira il mio ufficio - spiega il parroco don Giuseppe Tosca, che abbiamo interpellato al riguardo - ed erano addirittura riusciti a rubare in ufficio aprendo la cassaforte».
Questa volta i ladri vandali hanno scavalcato una recinzione nell'oratorio, passando probabilmente dalla vicina scuola materna. Per penetrare nell'edificio hanno forzato una porta vicino alla cucina, e una volta all'interno hanno gettato tutto all'aria, rompendo anche vetri e danneggiando alcuni arredi. Infine hanno lasciato addirittura degli escrementi sul pavimento, poi se ne sono andati abbandonando alcune coppe che avevano prelevato da un espositore. «Denunceremo l'accaduto ai carabinieri - conclude il parroco - ma siamo convinti di essere di fronte a un accanimento verso la nostra parrocchia, e che si tratti della stesa mano che ha compiuto anche gli altri due episodi recenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento