Latitante dopo l'operazione anti droga Candy Shop, trovato e arrestato in piazza Borgo

E' un 45enne marocchino. Su di lui pendeva una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Piacenza poiché ritenuto responsabile di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. Ora si trova alle Novate

Sabato pomeriggio, a Piacenza in piazza Borgo, i carabinieri della Sezione Operativa, a bordo della sua auto, hanno fermato e bloccato un 45enne marocchino. Su di lui pendeva una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Piacenza poiché ritenuto responsabile di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti.

Infatti, mancava all’appello perché non era in Italia, quando l’8 ottobre, sempre i militari della Sezione Operativa della Compagnia hanno eseguito le ordinanze della cosiddetta operazione “Candy shop”.  Quel giorno erano state eseguite cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di traffico e spaccio di droga. L’inchiesta, nata nel giugno 2019 a seguito di una rapina a Borgonovo che poi si è scoperto essere un regolamento di conti per debiti di droga, ha consentito di dimostrare 850 episodi di spaccio avvenuti a Piacenza e nell’hinterland pavese tra giugno e dicembre 2019. La droga veniva chiamata in codice “caramelle” e veniva nascosta in confezioni di caramelle. Il 45enne, una volta localizzato e catturato, è stato portato, dopo le formalità di rito, al carcere delle “Novate”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento