Lavoro in nero in palestra: 76mila euro di multa e due gestori denunciati

I carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno denunciato due persone, un uomo e una donna di Parma rispettivamente di 46 e 47 anni, per non aver versato i contributi delle persone impiegate nella palestra che gestivano in città. Mentre a 76mila euro ammonta la multa per 9 lavoratori in nero

Nel ambito dei controlli coordinati dalla Direzione Territoriale del Lavoro i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno denunciato due persone, un uomo e una donna di Parma rispettivamente di 46 e 47 anni e entrambi in tempi diversi legali rappresenti di una società sportiva dilettantistica che aveva in gestione una palestra in città per aver tenuto in nero nove lavoratori e per questo dovranno pagare 76mila euro di multa e per non aver versato i contributi e quindi denunciati. 

I due si erano succeduti al vertice nel periodo che va dall'aprile 2012 a aprile 2014 e i carabinieri al termine di lunghe indagini e controlli mirati li hanno denunciati per non aver versato i contributi all'Inps per alcuni lavoratori impiegati nella palestra. In tutto sono stati controllati 48 persone che nel periodo sotto la lente dei militari hanno lavorato per la società, ognuno aveva posizioni lavorative differenti con qualche irregolarità, mentre 9 di loro sono risultati completamente in nero. In tutto sono 7430 gli euro di ritenute a carico dei lavoratori mai versati. Inoltre a 27757mila euro ammontano le denunce infedeli all'Inps e a 215mila i contributi recuperati sui quali l'ente di previdenza dovrà conteggiare una multa. Per i 9 lavoratori in nero la sanzione invece ammonta a 76mila euro.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento