Le letterine dei bambini della Giordani a Babbo Natale consegnate a Poste Italiane

Poste Italiane realizza anche quest’anno il progetto “Postini di Babbo Natale” per portare ai bambini la gioia di ricevere una risposta personalizzata ed un piccolo dono che sarà consegnato dal portalettere del proprio quartiere

Poste Italiane realizza anche quest’anno il progetto “Postini di Babbo Natale” per portare ai bambini la gioia di ricevere una risposta personalizzata ed un piccolo dono che sarà consegnato dal portalettere del proprio quartiere.

75 scolari di tre classi seconde della scuola primaria Pietro Giordani di Piacenza hanno affidato stamattina (17 dicembre) le loro letterine, contenenti disegni, pensieri o poesie, ad un “postino di Babbo Natale”, alla presenza delle insegnanti, della direttrice provinciale di Poste Italiane, Maria Lucia Girometta, e del responsabile territoriale del recapito Pieralberto Bizzocchi.

La lettera rappresenta uno dei momenti più belli della tradizione natalizia per i più piccoli e Poste Italiane vuole dedicare loro un gesto di attenzione e di affetto per coltivarne i sogni. Desideri e speranze affidati a messaggi di carta che vengono recuperati, raccolti e letti dai “postini di Babbo Natale” di Poste Italiane che, ormai da oltre dieci anni a questa parte, si incaricano di recapitare a tutti i bambini la risposta del generoso e arzillo vecchietto dall’inconfondibile costume rosso e dalla lunga barba bianca, accompagnandola con un piccolo dono.

Poste Italiane ha aggiunto quest’anno un’altra sorpresa che renderà ancora più magico e speciale il rito della letterina: insieme alla risposta i bimbi troveranno nella busta un percorso on line misterioso che li farà giocare con Babbo Natale alla scoperta del suo “cappello” e del suo mondo fatto di renne, neve, slitte volanti, stelle e tanti regali. Collegandosi al sito https://www.poste.it/letterinedibabbonatale, i bambini potranno infatti aiutare Babbo Natale a ritrovare il suo cappello che il vento gli ha portato via e che lo protegge dal freddo quando porta i regali con la slitta. La soluzione si troverà cercando tra le letterine inviate dai bambini negli anni passati. Il gioco si conclude con il messaggio che il valore dei regali che si chiedono a Natale non è la cosa più importante.

Poste Italiane con questa iniziativa rinnova il fascino e il mistero di una tradizione antica, insieme alla magia di un mondo dove i miracoli sono ancora possibili, dove il meraviglioso si confonde con il reale e il visibile e l’invisibile convivono facilmente. Il progetto infatti è sempre più seguito: dalla prima edizione del 1999, con 40.000 risposte inviate, si è arrivati nel 2011 a oltre 100 mila letterine spedite dai bimbi. In tutto il mondo Babbo Natale continua a riscuotere la simpatia di milioni di bimbi che affidano grandi sogni a un gesto semplice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

piacenza - letterine Babbo Natale 2012 005-2piacenza - letterine Babbo Natale 2012 016-2piacenza - letterine Babbo Natale 2012 004-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento