menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo fermano e sfida i poliziotti: «Vi ho preso la targa dell'auto»

Rocambolesco inseguimento ieri sera alle 22 e 50 in viale Sant'Ambrogio. Una volante nota un camioncino che zigzaga, con una guida particolarmente pericolosa. Una volta fermato, il guidatore, di origine cutrese, non ha con sè la patente e dileggia gli agenti: «Occhio a quello che fate, ho preso la targa, piuttosto mi faccio 30 anni di galera». Sanzionato per guida pericolosa

Sfrontatello, al limite dello sfacciato. Non si è comportato di certo con aplomb britannico, ieri sera alle 22 e 50, un uomo di Cutro (Calabria) di 38 anni, fermato con il proprio furgone in viale Sant'Ambrogio.

L'uomo sta guidando un camioncino Ford. Zigzaga, frena all'improvviso, gira bruscamente. Un agente fuori servizio, con la sua auto, nota lo strano - e pericoloso - comportamento alla guida del 38enne. Decide di avvisare i colleghi, che arrivano in zona con una pattuglia. Il cutrese viene fermato. E' censurato, con la fedina penale non propriamente linda.

Gli agenti gli chiedono la patente, ma l'uomo non è in grado di esibirla. Viene sottoposto al test con l'etilometro, che dà responso negativo. E' sanzionato, così, per guida pericolosa e senza documenti. La multa, però, non fa che infervorare l'animo dell'uomo, che urla piccato agli agenti: «State attenti a quello che fate, ho preso la targa della vostra auto, vi posso ritrovare, piuttosto mi faccio trent'anni di galera».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento